venerdì 28 Gennaio 2022
5.6 C
Venezia

Monica, la bionda, la grassa, quella un po’ strabica. Di Cesare Colonnese

HomeAltre NotizieMonica, la bionda, la grassa, quella un po' strabica. Di Cesare Colonnese

un panino col salame che non sara’ di certo il mio pranzo, ma il mio spuntino da passeggio e che, apparentemente, stona un po’ col profumo delle crepes, ma in quel momento ci sta qualsiasi cosa.

Salame, cioccolato, zucchero, sale, rosso, blue, verde, giallo… va bene qualsiasi cosa e colore. Sono le senzazioni da cui mi lascio catturare perche’ loro, diverranno poi i miei ricordi, quelle cose della mia vita che non dimentichero’mai piu’. Esatto si, mai piu’.

I colori, la fisarmonica che suona, il sole che mi da luce e mi riscalda, sembra tutto calcolato per farmi innamorare di Lei. Tutto sembra collocato in quel posto per un motivo, perfino io. Questa e’ Parigi, questa e’ la Parigi che Amo, la Parigi che ho sempre conosciuto e che vorro’ tornare a vivere, presto. Lontana dall’orrore, dalla malinconia, dal sangue che ho visto in questi giorni e mi ha fatto soffrire. Quella Parigi che non volevo riconoscere nei video. No,non e’ Lei. Parigi e’ un altra cosa. Parigi e’ la parata a Place de la Republique. Quella si, e’ Parigi, la riconosco.

Verso sera coi piedi stanchi cammino ancora per Le Marais e finalmente esausto mi siedo in un pub dove trovo alcuni simpatici amici francesi. Son tutti grandi e grossi come me. Il mio parlar francese e’ approssimativo, sorrido spesso e cerco di farmi capire nel migliore dei modi. Quando ai francesi dico Venise loro si illuminano e sembra quasi che abbian visto la laguna riflessa nei miei occhi. Allora ci vuole una birra per parlare di Venezia, per raccontarsi un po’. En bier si vous plait, questo lo ho imparato bene e velocemente.
En bier, en bier. Due, tre, quattro. Uff che birre grandi, penso. En birin si vous plait. Eh no brontolo su per me,i birrini son cosa veneziana.

In quel momento mi viene in mente che l’indomani, di mattino presto rientrero’ a Venezia e che le chiavi di casa le ho lasciate al mio Amico Renato per far sì che durante la mia assenza si prendesse cura dell’acquario.
Consapevole di aver speso quasi tutto il credito telefonico, penso bene di mandare un sms a Renato per raccomandare di lasciare le chiavi a Monica, la mia vicina.
Messaggio inviato.

Ne arrivano due in risposta,contemporaneamente.
“Il suo credito e’ di 60 centesimi”.
“Non conosco nessuna Monica!”
Monica, la ragazza bionda che abita in campo, vicino al negozio di alimentari, rispondo io.
“Mi no conosso nisuna Monica che abita in campo, sbotta lui in dialetto veneziano!”
Beep beep. “Credito 20 centesimi”.

Un Amico francese si affaccia dalla porta del pub: en bier? Cesàr, en bier?
En bier ouì, merci bocoup rispondo io parlando un perfetto francese acquisito con l’aumento del tasso alcoolico.
Intanto col telefono in mano penso al messaggio da mandare a Renato, il mio penultimo prima di finire il credito.
“La chiave la devi lasciare a Monica, la bionda, la grassa, quella un po’ strabica”.
“Mi no conosso nissuna straocia che se ciama Monica”, ribatte.

Ultimo messaggio e poi saro’ senza credito.
“La chiave la devi lasciare a Monica, la bionda, la grassa, quella strabica, la figlia di Toni. Ostrega no, penso…. el xe morto!”
Allora cancello e riscrivo tutto.
“La chiave la devi lasciare a Monica, la bionda, la grassa, quella strabica, la figlia del morto”.

In quel momento, confuso dalla magia di Parigi, dall’amico francese che mi porgeva l’ennesina birra, dal profumo di crepes al cioccolato, dal credito che stava per finire, comincio a cercare sulla rubrica il nome del mio amico a cui spedire il messaggio, ma mi confondo.

A,b,c,…h,i,l,m,m,m,mo,mon,moni,Monica…invia Monica?
Si,invia Monica.
Inviato Monica.
Inviato Monica!

Cesare Colonnese

[15/01/2015]

Riproduzione vietata

Riproduzione vietata

< < indietro < <

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Tuffi a Venezia: turista in topless nuota davanti alla Partigiana

Fuori programma a Venezia venerdì 21 gennaio. Una giovane turista dalla giunonica bellezza si è spogliata, si è messa in topless, e poi si è bagnata sulle acque della laguna tuffandosi dal monumento della Partigiana, ai Giardini-Biennale. C'è da dire che era...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...