spot_img
spot_img
spot_img
9.5 C
Venezia
mercoledì 20 Ottobre 2021

Moglie scopre video hard del marito con l’amante e lo pubblica in rete

HomeDall' ItaliaMoglie scopre video hard del marito con l'amante e lo pubblica in rete

Moglie scopre un video sul cellulare del marito in cui l’uomo fa sesso con l’amante di cui, evidentemente, aveva il sospetto e come risposta lo pubblica in rete.
Il caso si chiama Revenge porn e normalmente vede un malintenzionato usarlo per rendere pubblico immagini “spinte” di un rapporto che la partner vuole chiudere.
In questo caso invece, che costituisce comunque un reato, è la moglie che pubblica in rete un video hard del marito con l’amante affinché tutti lo possano vedere.
La moglie di 49 anni ora però è rinviata a giudizio a Cremona.

I fatti.
Scoperto il tradimento del marito infedele, una 49enne è riuscita a prendere il telefonino del compagno e, scovato un video hot di sesso con l’amante, per vendicarsi lo ha prima girato ad una amica e poi condiviso in rete.
E così l’amante ha prima scoperto di essere stata filmata di nascosto dall’uomo durante il rapporto sessuale e poi di essere vittima di revenge porn.
I protagonisti della vicenda sono cremonesi, la storia si è verificata tra Cremona e la provincia di Piacenza, teatro degli incontri clandestini, e la moglie vendicativa è stata rinviata a giudizio.
Difesa dall’avvocato Fabio Galli, sarà a processo il 17 gennaio prossimo.
Redazione
07/10/2021

Dello stesso argomento:
Pubblica foto dell’ex su sito porno per vendetta: ragazza di Jesolo tempestata di chiamate
Donna ricattata per le foto sexy: dammi i soldi o le pubblico in rete. Condannato
Pubblica le foto della ex su sito porno per vendetta con addirittura i recapiti della ragazza, un reato ben definito dal nostro Codice che si chiama: “revenge porn”.
Il protagonista della storia ha un passato di gelosie e litigi e poi, dopo la rottura definitiva, ha pensato bene di pubblicare la foto della ex compagna in un sito di incontri sessuali a pagamento.
Poco dopo la ragazza, una 25enne di Jesolo, ha capito di essere stata pubblicata, con i suoi recapiti, in uno di quei siti che offrono prestazioni sessuali a pagamento.
Le telefonate, infatti, avevano cominciato a farsi sempre più frequenti e provenivano anche da uomini che nella vita reale conoscevano la ragazza e che la ragazza conosceva.
L’ex compagno della vittima, un dominicano di trent’anni ora residente a Treviso,

ha avuto una storia con la ragazza nel 2020, una storia fatta anche di violenze, maltrattamenti e minacce, comportamenti riconducibili con tutta probabilità alla gelosia che ha minato il rapporto.
La vendetta, dopo la rottura, è stata cinica e tremenda: ha pubblicato in rete immagini inequivocabili della ragazza accompagnandole con numero di telefono, nome e cognome e addirittura l’indirizzo vero.
Il caso nella città balneare aveva fatto molto scalpore perché la ragazza era conosciuta come persona moralmente seria e integra.
Con un processo penale di grande rapidità (neanche un anno dal verificarsi dei fatti) il Tribunale di Venezia ha ora condannato a tre anni di reclusione e al pagamento di 25. 000 euro l’uomo.
Redazione
13/02/2021

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements