venerdì 28 Gennaio 2022
3.9 C
Venezia

Mestre, ragazzi accoltellati in Piazza Barche. Rissa nel bazar cinese finisce nel sangue

HomeAggressioneMestre, ragazzi accoltellati in Piazza Barche. Rissa nel bazar cinese finisce nel sangue

Mestre, fa a pezzi la zia, vicina di casa, con la sega elettrica
Mestre, due ragazzi accoltellati alle gambe in Piazza Barche. Lunedì di sangue nel pieno centro mestrino, due giovani di 17 e 19 anni sono finiti all’ospedale con ferite da taglio alle gambe dopo la rissa con un commerciante cinese.

Un pomeriggio di shopping natalizio come tanti quello di oggi, tra Piazza Barche e Piazza Ferretto, molti veneziani sono indaffarati ad acquistare gli ultimi regali per le feste nel centro mestrino, tra l’atmosfera delle luminarie e delle bancherelle natalizie.

A un certo punto, a turbare la tranquillità del pomeriggio soleggiato, un accoltellamento in pieno centro, sotto gli occhi di tutti.

L’aggressione avviene verso le 18.30, al culmine di una lite in un bazar sotto i portici. Una violenza che esplode in strada, davanti alla folla che in quel momento sta uscendo dai negozi con gli acquisti. Sono coinvolti alcuni ragazzini di nazionalità romena, minorenni e maggiorenni, e il presunto aggressore, il titolare del bazar, un uomo di nazionalità cinese.

La discussione sarebbe iniziata all’interno del negozio per futili motivi, le prime testimonianze parlano del furto di accendini da parte dei ragazzini. Non sarebbe la prima volta che il commerciante è vittima di scorribande giovanili e subito corrono alla mente dei presenti gli episodi delle baby gang dei mesi scorsi.

La dinamica esatta dell’accaduto è al vaglio degli inquirenti: pare che il titolare cinese abbia reagito all’iniziale diverbio rincorrendo i giovani in strada, affrontandoli tutti assieme. Alcuni sono poco più che adolescenti. Dalle parole però, in poco tempo si passa alle mani: scoppia la rissa in strada, in piazza Barche, dalla parte del caffè Diemme.

Tutta la scena a pochi passi da Coin, dal centro commerciale Le Barche, davanti a molti passanti increduli e spaventati che assistono alla violenza, e qualcuno chiama la polizia.

Il commerciante sarebbe stato accerchiato dai ragazzini e a un certo punto, nella zuffa, compare un coltellino con il quale due giovani del gruppo, un 17enne e un 19enne romeni, vengono feriti alle gambe.

Sono momenti di terrore, tra urla e imprecazioni, la scena che appare ai presenti è un lago di sangue, quello dei ragazzi feriti agli arti inferiori. Dalle prime notizie pare che i tagli fortunatamente non siano profondi, mortali.

Sul posto arrivano le forze dell’ordine e gli operatori del Suem 118 con l’ambulanza che soccorrono i due giovani, trasportandoli al pronto soccorso dell’Ospedale dell’Angelo per le ferite alle gambe. Le loro condizioni non sarebbero critiche.

Il negoziante viene fermato dagli agenti di polizia e portato in questura dove ha esposto la sua versione dei fatti. Anche i ragazzi coinvolti nella rissa saranno ascoltati per cercare di ricostruire la dinamica dell’aggressione che avrebbe potuto concludersi in tragedia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Carnevale di Venezia 2022 “soft”: controlli e niente feste di massa

"Venezia è pronta a ripartire, sarà un Carnevale certamente non di massa, non ci sarà il volo dell'Angelo (il volo dal campanile di San Marco al palco), ma ci saranno tanti controlli. La città ha dimostrato di saper gestire bene la...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie. Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità. 1) Quando si parla di ambiente,...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

“Dall’anno scorso vivo a Marghera, tutti mi chiedono: com’è via da Venezia?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Buongiorno, Dall’anno scorso vivo a Marghera nella casa di Mia madre nel quartiere Cita. Tutti mi chiedono come mi sento dopo aver lasciato Venezia. Sto...