Mestre, ragazzi accoltellati in Piazza Barche. Rissa nel bazar cinese finisce nel sangue

ultima modifica: 24/12/2019 ore 06:06

1291

Mestre, fa a pezzi la zia, vicina di casa, con la sega elettrica
Mestre, due ragazzi accoltellati alle gambe in Piazza Barche. Lunedì di sangue nel pieno centro mestrino, due giovani di 17 e 19 anni sono finiti all’ospedale con ferite da taglio alle gambe dopo la rissa con un commerciante cinese.

Un pomeriggio di shopping natalizio come tanti quello di oggi, tra Piazza Barche e Piazza Ferretto, molti veneziani sono indaffarati ad acquistare gli ultimi regali per le feste nel centro mestrino, tra l’atmosfera delle luminarie e delle bancherelle natalizie.

A un certo punto, a turbare la tranquillità del pomeriggio soleggiato, un accoltellamento in pieno centro, sotto gli occhi di tutti.

L’aggressione avviene verso le 18.30, al culmine di una lite in un bazar sotto i portici. Una violenza che esplode in strada, davanti alla folla che in quel momento sta uscendo dai negozi con gli acquisti. Sono coinvolti alcuni ragazzini di nazionalità romena, minorenni e maggiorenni, e il presunto aggressore, il titolare del bazar, un uomo di nazionalità cinese.

La discussione sarebbe iniziata all’interno del negozio per futili motivi, le prime testimonianze parlano del furto di accendini da parte dei ragazzini. Non sarebbe la prima volta che il commerciante è vittima di scorribande giovanili e subito corrono alla mente dei presenti gli episodi delle baby gang dei mesi scorsi.

La dinamica esatta dell’accaduto è al vaglio degli inquirenti: pare che il titolare cinese abbia reagito all’iniziale diverbio rincorrendo i giovani in strada, affrontandoli tutti assieme. Alcuni sono poco più che adolescenti. Dalle parole però, in poco tempo si passa alle mani: scoppia la rissa in strada, in piazza Barche, dalla parte del caffè Diemme.

Tutta la scena a pochi passi da Coin, dal centro commerciale Le Barche, davanti a molti passanti increduli e spaventati che assistono alla violenza, e qualcuno chiama la polizia.

Il commerciante sarebbe stato accerchiato dai ragazzini e a un certo punto, nella zuffa, compare un coltellino con il quale due giovani del gruppo, un 17enne e un 19enne romeni, vengono feriti alle gambe.

Sono momenti di terrore, tra urla e imprecazioni, la scena che appare ai presenti è un lago di sangue, quello dei ragazzi feriti agli arti inferiori. Dalle prime notizie pare che i tagli fortunatamente non siano profondi, mortali.

Sul posto arrivano le forze dell’ordine e gli operatori del Suem 118 con l’ambulanza che soccorrono i due giovani, trasportandoli al pronto soccorso dell’Ospedale dell’Angelo per le ferite alle gambe. Le loro condizioni non sarebbero critiche.

Il negoziante viene fermato dagli agenti di polizia e portato in questura dove ha esposto la sua versione dei fatti. Anche i ragazzi coinvolti nella rissa saranno ascoltati per cercare di ricostruire la dinamica dell’aggressione che avrebbe potuto concludersi in tragedia.

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Carnevale di Venezia 2020
➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here