Mestre, furgone ostruisce la strada, lampeggia e viene aggredito con mazza da baseball

0
1081
Mestre come nei film: rapina al negozio di liquori, hanno da 14 a 19 anni

Mestre, furgone ostruisce la strada, lampeggia e viene aggredito con mazza da baseball

Un altro fatto di cronaca violenta accaduto a Mestre. Un automobilista che doveva rincasare si è trovato la strada bloccata da un furgone, l’automobilista si è permesso si “fare i fari” per comunicare che doveva passare e per tutta risposta è stato preso a colpi di mazza da baseball.

E’ accaduto nella centralissima via Cappuccina verso l’una di domenica notte. Un fatto che riporta alla memoria la vile aggressione avvenuta, sempre a Mestre, ai danni di Gabriele Sinopoli, aggredito per aver suonato il clacson per far spostare un gruppo di giovani che gli bloccava il tratto per rincasare (dopo due anni la vittima dell’aggressione morì).

Domenica notte, fortunatamente, un residente, richiamato dal baccano dei colpi e dalle urla dell’aggredito, ha visto la scena da una finestra ed ha chiamato il 113, così la “punizione” è stata interrotta.

Secondo quanto ricostruito, un uomo di 27 anni stava attraversando via Capuccina in direzione stazione per rincasare quando si è trovato di fronte un furgone tipo Fiorino bianco.

L’uomo ha inizialmente rallentato pensando ad una manovra in corso, attendendo qualche attimo, poi, visto che il furgone non si muoveva, ha lampeggiato con gli abbaglianti.

Mai il 27enne avrebbe pensato di scatenare una scena come quella che ne è seguita: dal furgone è sceso un giovane armato di mazza da baseball che ha cominciato a colpire la macchina dell’uomo “colpevole” di aver lampeggiato.

Il conducente ha provato ad uscire dall’abitacolo gridando di fermarsi ma per tutta risposta dal furgone è sceso un altro energumeno che si è scagliato invece contro il poveretto picchiandolo.

Dopo lunghi minuti di furia selvaggia, i due delinquenti hanno capito che il baccano aveva richiamato l’attenzione di altre persone ed hanno intuito che la polizia fosse in arrivo. Così sono risaliti sul furgone e sono spariti dileguandosi, tanto più che ormai, probabilmente, l’operazione che stavano perpetrando con il furgone fermo era saltata.

Gli agenti, giunti sul posto velocemente, hanno trovato l’automobilista sotto choc con le ecchimosi tipiche dell’aggressione. Sulla carrozzeria della sua auto i segni della furia perpetrata con la mazza da baseball.

Ai poliziotti ha saputo dire solo che non li aveva mai visti prima, che verosimilmente si trattava di moldavi o comunque di cittadini dell’Europa dell’Est, fra i venti e i trent’anni.

Indagini sono in corso.

► Mestre, edicolante diventa ambulante per troppe rapine
► Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here