6.4 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

Mensa non pagata, alla bambina kracker e una scatoletta di tonno

Home Il caso Mensa non pagata, alla bambina kracker e una scatoletta di tonno
sponsor

Mensa non pagata, alla bambina kracker e una scatoletta di tonno

sponsor

Mensa non pagata alla scuola elementare: mentre arriva l’ora di pranzo e gli “scodellatori” servono un primo e un secondo ai bambini, ad una bambina viene fornito un pacchettino di kracker e una scatoletta di tonno. La piccola, vedendo gli altri bambini mangiare, scoppia in lacrime.

commercial

Un trauma emotivo enorme solo a pensarci ma, a quanto pare, inevitabile stando a quanto dicono gli interessati.

Il fatto è accaduto in una scuola elementare di Minerbe, paese della provincia di Verona.
L’amministrazione locale parla di un’insolvenza «reiterata» da parte dei genitori (una coppia marocchina), di arretrati sul credito dei pasti della scuola, di avvisi e richieste di incontro che cadono nel vuoto.

Il sindaco Andrea Girardi ha parlato di una scelta dolorosa ma inevitabile, ha raccontato dei problemi di bilancio: «Ci siamo trovati con decine di insolventi – spiega – non riuscivamo a coprire i costi. Abbiamo tentato di avvicinare quella famiglia in ogni modo, abbiamo chiesto ai genitori che presentassero i moduli per l’esenzione, fornendo il proprio reddito Isee, abbiamo proposto loro un lavoro socialmente utile… nulla da fare. E dire che aiutiamo una trentina di famiglie in stato di difficoltà in quella stessa scuola».

Ad alzare la voce a livello locale è stato invece il Partito democratico, con un nota sottoscritta dalla segreteria provinciale. «Che giustizia è quella che umilia una bambina delle scuole elementari per la morosità dei genitori?».

La mensa della scuola non pagata in effetti può diventare un problema: con i ticket di 4 euro al giorno si deve pensare di provvedere ad una “ricarica” di circa 100 euro al mese e non è difficile trovarsi con una morosità arretrata e crescente. Decine di casi di insolvenze sono stati “appianati” con il dialogo con gli uffici pubblici, nel caso di questa bambina, invece, non c’era risposta da parte della famiglia.

A difesa del comportamento dell’ “istituzione” molti cittadini di Minerbe. «Le agevolazioni per i casi sociali ci sono. Perchè gli altri devono pagare e qualcuno no? Sono i genitori che devono tutelare i bambini. Il Comune aveva già avvisato tre volte la famiglia. Bisogna chiedere in qualche modo il rispetto delle regole».

Antonio Candreva, calciatore dell’Inter, venuto a conoscenza della vicenda, ha preso in mano il telefono e ha chiamato il sindaco di Minerbe: «Ci penso io a pagare la mensa alla bambina».
Come spesso accade è la solidarietà dei privati che riesce a colmare le fratture che si creano con il sistema pubblico.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Una persona ha commentato

  1. Se questa è scuola – La gogna di una bambina in mensa a Minerbe

    Delle lacrime di una bambina umiliata cosa conosciamo? Sono anche le nostre? Quanto ci importa il sussulto che le ha precedute quando ha vissuto la mortificazione di vedere il suo piatto servito nella mensa della scuola diverso da tutti gli altri? Non era un pasto in bianco, o particolare come quello che si cucina per i bambini che soffrono di allergia o che non mangiano alcuni alimenti. Ecco il pasto di una bambina, figlia di genitori poveri e perfino stranieri:una scatoletta di tonno e un pacchetto di crakers, ci informano le cronache. Un pasto freddo, di cinica crudeltà. Un pasto vergognoso decretato da un sindaco leghista che conosce il diritto come il cinese e lui sì, che rappresenta lo Stato, sa fa rispettare le regole: gli altri genitori, quelli che pagano la retta puntualmente, non li fa imbrogliare con la scusa della povertà! Guai a discriminarli. La bambina ha pianto, i suoi compagni hanno assistito a quella gogna. Cosa avranno pensato? Si parla molto di bambini, di ragazzi, in queste giornate, dal sogno di Greta, che vuole salvare il mondo, al coraggio di Simone nel difendere i nomadi aggrediti a Roma e poco sappiamo dei silenzi dei bambini stranieri, poveri, deboli e del loro sconforto quando non ricevono in mano l’invito del compleanno di un compagno ed escono da scuola avviliti, anche se hanno imparato a non piangere. Ci si fa l’abitudine, per così dire. Così ora è il momento di ricordare i bei gesti, come quelli delle insegnanti che talvolta donano il loro pasto ai bambini, dei benefattori che pagheranno gli arretrati, come il calciatore dell’Inter Antonio Candreva. Delle lacrime di una bambina umiliata, ci importa?

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...
sponsor

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...
commercial

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.