10.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

‘Marghera non va bene per le navi da crociera’. La Cruise line Association scrive a Letta

HomeNotizie Venezia e Mestre'Marghera non va bene per le navi da crociera'. La Cruise line Association scrive a Letta
la notizia dopo la pubblicità

grandi navi venezia

Dopo Legambiente, un’altra lettera è arrivata sul tavolo del Presidente del Consiglio Enrico Letta e dell’Autorità Portuale, Paolo Costa, questa volta direttamente da New York. A scrivere è la Clia (Cruise Lines International Association) la più grande associazione del settore croceristico, che ha voluto esprimere il suo pensiero circa la questione Grandi Navi ed ha così risposto: Marghera non è un’opzione per le navi da crociera.

Andando contro corrente, la Clia ha invitato il governo a fermare l’idea lanciata dal primo cittadino Giorgio Orsoni (trasferire la Marittima a Porto Marghera) e per giunta, l’associazione croceristica è intenzionata a dar vita ad una sorta di campagna pubblicitaria pro navi da crociera a Venezia.

L’associazione, dimostratasi pronta a difendere le esigenze delle compagnie crocieristiche mondiali e i rischi economici che queste potrebbero correre con il trasferimento dell’attracco delle navi alle banchine industriali, diverge con l’opinione del nuovo presidente della Clia Europe, Pierfrancesco Vago, che è anche Ceo della Msc Crociere. L’armatore italiano, che offre il 25% del traffico crocieristico a Venezia, è infatti pronto al trasferimento a Porto Marghera.

Vago e il sindaco Orsoni sembrano andare d’accordo, anzi, i due hanno consigliato ai vertici della Clia americana, nell’incontro con Comune, Biennale, Fenice e Confindustria che si terrà nei prossimi giorni a New York, di non incontrare il rappresentate degli industriali veneziani (il presidente Matteo Zoppas) e di quelli veneti (Antonello De Medici, presidente di Federturismo regionale), disposti a ragionare ancora sul problema o meno della navi in bacino. Zoppas, in particolare sembra essere di parere contrario al sindaco veneziano.

Sabato mattina se ne discuterà meglio con il Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, in visita a Venezia per le prime prove del Mose alla bocca di porto del Lido e forse anche con il Presidente del Consiglio stesso, che dopo una visita sul Vajont, in serata sarà al Teatro Toniolo di Mestre per la serie di dibattiti sull’Europa.

Alice Bianco

[11/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...