4.9 C
Venezia
giovedì 09 Dicembre 2021

Lorenzo Damiano, uno dei più noti no vax del Veneto, è in rianimazione

HomenegazionistiLorenzo Damiano, uno dei più noti no vax del Veneto, è in rianimazione
la notizia dopo la pubblicità

Lorenzo Damiano, uno dei più noti no vax del Veneto, l’uomo che “capeggiava” schiere di manifestanti in Veneto, ora è in semi-intensiva.
L’uomo si sarebbe  contagiato durante il pellegrinaggio a Medjugorje.

Lorenzo Damiano è uno dei leader dei no vax in Veneto, aveva capeggiato numerose manifestazioni contro l’obbligo vaccinale, le mascherine, il Gren pass e per la libertà di cura domiciliare ammantando i propri principi anche con riferimenti religiosi. Alla fine però sta subendo il danno di aver contratto il virus che lo ha contagiato in maniera piuttosto grave, mandandolo in terapia semi-intensiva.

Protagonista della vicenda, simile a molte altre che sono avvenute ‘galassia’ negazionista, questa volta è il veneto Lorenzo Damiano, di Conegliano (Treviso), di 56 anni.
Nel suo attivismo, Damiano ha mescolato posizioni anti-sistema, invocando una “Norimberga 2” contro i promotori delle vaccinazioni, assieme a una sorta di fondamentalismo religioso.

A ottobre aveva lanciato una Crociata del rosario per la liberazione del mondo dalla “tirannide sanitaria”, e aveva dato vita in piazza dei Signori a Treviso a una manifestazione in cui aveva invocato “la presenza dello Spirito Santo e di Gesù contro il Nuovo ordine mondiale”.

Con una lista sempre inneggiante alla Norimberga 2, Damiano si è infine presentato in ottobre alle ultime elezioni comunali di Conegliano, raccattando un 2,78% di voti e nessun seggio.

Risale infine a una decina di giorni fa il pellegrinaggio a Medjugorje, nella Bosnia-Erzegovina più martoriata dal Coronavirus. E’ qui che con ogni probabilità Damiano ha contratto il Covid-19. Tornato a casa ha iniziato a soffrire di problemi respiratori sempre più gravi, chiudendosi in isolamento domiciliare; poi però le difficoltà ventilatorie e la saturazione dell’ossigeno sono peggiorati, rendendo necessario il ricovero in ospedale a Vittorio Veneto (Treviso), nel reparto di medicina, dove è sottoposto a respirazione assistita con l’ossigeno.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Regione
Notizie dalla Regione. Per contattare la redazione scrivere a: [email protected]

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Noi tutti dobbiamo sperare che guarisca presto e si tramuti in convinto paladino delle vaccinazioni. L’esperienza insegna, dicono.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...