2.4 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Lido, San Camillo vendesi. Ulss veneziana interessata

HomeLido di VeneziaLido, San Camillo vendesi. Ulss veneziana interessata
la notizia dopo la pubblicità

Lido, San Camillo vendesi. Ulss veneziana interessata

Sono anni che si guarda al Lido di Venezia come ad un polo riabilitativo al servizio della città. Sorvolando sull’infelice fine dell’Ospedale al Mare, ora è alle porte un’ulteriore chiusura che investe le prospettive future dell’Ordine dei Camillani.

Sono i Camillani a voler vendere la storica struttura del Lido di Venezia che ospita attualmente oltre 100 degenti, dà lavoro a 220 dipendenti e si avvale di 40 ricercatori. E’ una tendenza dell’Ordine, l’alienazione dei loro ospedali, già hanno ceduto il San Pio X di Milano per 60 milioni di euro e il San Camillo di Forte dei Marmi. Nobile l’intenzione manifestata dai Camillani di aprire, con i proventi delle vendite, strutture sanitarie nelle zone di guerra.

Le prime ad essere interessate alla vicenda sono Regione e Usl 12 (futura Usl Serenissima), che potrebbero esercitare il diritto di prelazione, tanto che già si sono incontrate per discutere le future prospettive, guidate dal Direttore generale dell’Usl 12 Giuseppe Dal Ben e da un avvocato di fiducia, per valutare costi e benefici dell’atto di compravendita.

Il San Camillo, Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, in futuro potrebbe trasformarsi in struttura pubblica, mantenendo l’apprezzato ambito della neuro riabilitazione e i relativi laboratori di fisioterapia. Non è chiara la destinazione dei posti letto. I degenti verranno trasferiti? Già gli ospedali di Noale e Villa Salus di Mestre, sembrano essersi proposti come alternativa e si candidano ad accoglierli nelle loro strutture. Il personale è preoccupato per il domani, per l’assicurazione del mantenimento del posto di lavoro e si augura che tutte le decisioni tengano conto di quanto è stato costruito positivamente in questi anni nella ricerca, praticando un fisioterapia d’avanguardia, apprezzata in tutto il Paese.

Per il momento il progetto di vendita non sembra interessare la Casa di Riposo Stella Maris, ma è all’orizzonte la nascita del Polo Riabilitativo che sarà composto da Usl 12, 13e 14, che nascerebbe in ragione della particolare e salubre posizione ambientale dell’isola e nel pacchetto delle intenzioni dovranno esserci a tutto titolo, per voce dei sindacati, la garanzia del posto di lavoro per tutti i dipendenti e i ricercatori e la continuità e lo sviluppo dell’indagine scientifica.

Andreina Corso

09/11/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...