Jesolo, furto in spiaggia. Carabinieri fermano tre persone il giorno seguente

661

Jesolo, furto in spiaggia. Carabinieri fermano tre persone il giorno seguente

I Carabinieri della Stazione di Jesolo hanno denunciato in stato di libertà per “rapina impropria in concorso” tre persone.

I tre, con la complicità di un quarto uomo sulle cui tracce sono al lavoro i militari, il 1° luglio si sono resi responsabili del furto di una borsa e di un telefono cellulare ai danni di tre giovani turisti (un ucraino e due italiane) mentre erano seduti su alcuni sdraio a chiacchierare.
Il furto è avvenuto sull’arenile del litorale Jesolo nelle vicinanze di Piazza Mazzini.

In particolare, i quattro si sono avvicinati ai turisti e mentre parlavano con loro, uno di loro, con gesto fulmineo, ha sottratto il maltolto che temporaneamente era stato appoggiato sul porta ombrellone e si dava precipitosamente alla fuga.

L’ucraino immediatamente accortosi di quanto accaduto si è messo a rincorrerlo ma è stato subito affrontato e minacciato dai complici.

Lo stesso desisteva nella sua azione e nella stessa mattinata si è recato presso la locale Stazione Carabinieri per denunciare l’accaduto.

Le indagini, avviate nell’immediatezza, hanno consentito di acquisire con tempestività elementi di riscontro nei confronti di degli autori materiali, soprattutto basandosi sui numerosi servizi di controllo del territorio che vengono effettuati con assiduità, soprattutto nelle ore serali/notturne, lungo il litorale e nelle aree adiacenti a Piazza Mazzini.

I tre denunciati a cui sono arrivati i Carabinieri della Stazione di Jesolo sono:
F.S., 20enne cittadino marocchino, pregiudicato e residente a Farra di Soligo (TV);
E.A.Y., 20enne cittadino marocchino, pregiudicato e residente a Mareno di Piave (TV);
M.S., 18enne cittadino italiano, pregiudicato e residente a Cison di Valmarino (TV).

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here