3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Incidente in moto a Malcontenta: non ancora certe le cause

HomeMestre e terrafermaIncidente in moto a Malcontenta: non ancora certe le cause
la notizia dopo la pubblicità

incidente moto sera

Il terribile incidente mortale avvenuto martedì sera in zona Malcontenta che è costato la vita a Maurizio Soprano, saldatore 46enne della Fincantieri, presenta ancora zone oscure.

L’uomo pare abbia perso il controllo della motocicletta, una Honda 600, su cui viaggiava andandosi a schiantare contro alcuni pali che fiancheggiano la strada, ma non si conoscono ancora le dinamiche esatte dell’incidente: c’è il dubbio che sia stato toccato da un’auto che non si sarebbe fermata o è semplicemente caduto da solo.

Erano le 18:30 e l’operaio stava ritornando a casa dopo una giornata di lavoro, quando ha improvvisamente perso il controllo della moto all’altezza dell’incrocio con via Lago di Misurina. Dopo aver sbandato, il corpo è scivolato sull’asfalto dall’altra parte della carreggiata ed è finito contro un paletto stradale.

A nulla è valsa la corsa dell’ambulanza verso l’Ospedale dell’Angelo, l’uomo di origini baresi ma residente a Marghera è deceduto pochi minuti dopo. Maurizio Soprano viveva con la compagna e lascia un figlio piccolo.

La Polizia Locale di Venezia sta indagando sull’incidente non escludendo che la caduta possa essere stata provocata dall’urto con un’auto, in quel caso si dovrebbe indagare sull’identità del presunto pirata della strada che non si è fermato a prestare soccorso.

L’unico elemento probatorio è un testimone, l’automobilista di un suv bianco, che pare si trovasse sulla scena al momento dell’incidente, l’unico che potrà fornire qualche informazione in più sulla dinamica.

Gli agenti della municipale hanno comunque diramato un avviso: «Chi avesse informazioni sull’auto o sull’accaduto, o anche lo stesso si metta in contatto con noi. Questa persona potrebbe esserci di enorme aiuto nel proseguo delle indagini».

Alice Bianco

[24/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...