domenica 23 Gennaio 2022
4.9 C
Venezia

Il primo veneziano del 2022 è Mattia. E’ di Chioggia

HomeLe belle notizieIl primo veneziano del 2022 è Mattia. E' di Chioggia

Il primo veneziano del 2022 è Mattia. E’ nato alle 02.02 a Chioggia. L’anno scorso a battere tutti sul tempo era stata una femminuccia, Gioia, nata all’Ospedale dell’Angelo.
Questa volta è stato un gioco di numeri nel volgere dell’anno. Il primo nato del 2022 all’Ulss 3 è dunque Mattia che ha deciso di venire alla luce alle 02.02 forzando i tempi perché doveva nascere fra qualche giorno, e la mamma Elena e il papà Davide Marangon erano giunti all’Ospedale nella notte per un controllo. Il piccolo ha invece preteso di nascere, con un parto rapido e ben gestito dal Reparto, a Capodanno, aprendo alla grande il 2022 dei suoi genitori: Elena, che è in attesa di occupazione e Davide, pescatore, entrambi di Chioggia, sono al loro primo bambino.

Mattia, primo nato dell’Ulss 3 Serenissima, 2.750 grammi alla nascita, ha dovuto sprintare per non farsi superare da altri tre maschietti, nati tutti all’Ospedale di Mestre nella stessa mattinata: all’Angelo alle 02.17 è nato il piccolo David, 2.465 grammi, da genitori di Marghera; alle 04.34 è nato Matteo, 3.590 grammi, da genitori mestrini; e infine due minuti dopo, alle 04.36, è nato Alessio, anche lui da famiglia di Marghera. L’Ospedale dell’Angelo riparte quindi con tre nascite nella sola mattinata di oggi, che aprono sotto i migliori auspici il nuovo anno, dopo che quello appena concluso ha fatto registrare un record assoluto di nascite: i nati totali del 2021 sono stati infatti 2022.

Non si registrano per ora nuovi nati targati 2022 negli altri Ospedali dell’Ulss 3 Serenissima. E si può fare un bilancio complessivo dello scorso anno: l’Ospedale dell’Angelo ha raggiunto la quota record di 2022 bambini nati, Venezia ne ha visti nascere 344 (+8 rispetto al 2021), Mirano 995 (+8) e Chioggia 521 (erano stati 525 nel 2020).

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.