Gucci, Prada, Dior, Hermes, Chanel e Balenciaga: fiera del tarocco scoperta a Padova dalla GdF

ultima modifica: 17/01/2014 ore 18:27

136

guardia di finanza controlli

Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Padova, circa 53 mila articoli con marchi contraffatti. Nella vasta operazione di lotta alla contraffazione, sono stati denunciati a piede libero circa una trentina di persone, 4 sono agli arresti domiciliari e tra di essi due fratelli veneziani che vendevano la merce nei mercati di Europa, Turchia e Sud-Est asiatico.

Le perquisizioni hanno interessato le province di Padova, Firenze, Reggio Calabria e Milano. Le Fiamme Gialle hanno indagato ed operato per circa un anno, riuscendo ora ad individuare, grazie anche ad alcune intercettazioni, una società che a delinquere che da Padova riusciva a commerciare in Italia e all’estero prodotti contraffatti di note marche d’abbigliamento.

I fondatori della holding erano due fratelli veneziani F. D. E. D, 40enni che distribuivano la merce falsa tra Slovenia, Germania, Romania, Inghilterra, Turchia e Sud-Est asiatico. Si trattava di Jeans, pelletteria, accessori, tutti alla moda e delle griffe più amate (Gucci, Prada, Dior, Hermes, Chanel e Balenciaga).

Una holding che riusciva a creare dei prodotti falsi, ma lavorati artigianalmente ed apprezzati da compratori e distributori. Per la produzione e commercializzazione di abbigliamento tessile si rivolgevano a ditte turche e/o dell’est europeo, mentre per quanto riguardava la pelletteria si affidavano a ditte toscane e marchigiane (a Prato scoperto un opificio dove si producevano borse e altri capi in pelle falsi Chanel e Balenciaga).

Tra gli arrestati anche i più stretti collaboratori dei due, A.M.C., 27enne cittadina rumena residente a Venezia e A.M. di anni 52, residente in provincia di Firenze.

Alice Bianco

[17/01/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
➔ "Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here