I gruppi Fb per Zaia crescono e si moltiplicano, ma i fans si possono anche comprare. Lettere

ultimo aggiornamento: 09/05/2020 ore 07:34

24648

Io il governatore Zaia proprio non lo capisco. Lettere

Ci avviciniamo alle elezioni e, giustamente, i personaggi politici sono impegnati in una campagna elettorale implicita e parallela alle loro attività pubbliche.

Ultimamente sto leggendo su vari quotidiani di grandi adulazioni (con l’articolista che conferma in soggettivo) con cui vengono incensate le grandi doti del presidente del Veneto Luca Zaia.

Qui un discorso a parte lo meriterebbe, secondo me, il ruolo del giornalista dato che apparentemente il margine dei confini tra i due ruoli (intervistatore e intervistato) appare sempre più sfumata. E’ dell’altro giorno, tanto per fare un esempio, durante il quotidiano punto stampa, l’indice puntato del presidente che ha interrotto un giornalista che doveva fare una domanda: “Tu oggi ha fatto un titolo sbagliato. L’articolo andava bene ma il titolo non mi è piaciuto”. Un piccolo segnale, forse, di dove stia andando la discrezionalità di un professionista davanti al timore di contrariare el presidentissimo.

Ma oggi non era di questo che volevo parlare, bensì di come uno degli articoli degli accoliti di Zaia su un quotidiano racconti di come si stiano formando gruppi di fans entusiaste nel sostenere il governatore. Uno di questi, composto di sole donne, starebbe incontrando un grandissimo favore in termini di sostegno, visibilità e popolarità. Al suo fianco, altri gruppi con nomi simili anch’essi con numeri di iscritte in rapida crescita.

A me sta simpatico Zaia e credo pure che abbia fatto tutto quello che poteva nella situazione in cui eravamo. Non mi si venga a dire però che un gruppo Facebook può crescere di decine di migliaia di persone al giorno in maniera ‘naturale’.

Non voglio far polemica con nessuno ma ricordo che i fans su Facebook si possono aumentare pagando, si possono pagare i ‘mi piace’, comprare follower, far crescere il pubblico, eccetera. Ci sono ditte specializzate per fare questo e non costa neppure troppo.

Aggiungo che è una pratica a cui i personaggi pubblici ricorrono abbastanza regolarmente per far vedere che aumenta la loro popolarità.

Io non punto il dito su nessuno, mi auguro soltanto che il-o-i personaggio-i eletti nella prossima tornata lo siano sulla base delle loro capacità per il bene della collettività, e non perché provenienti da un piedistallo costruito su un sistema menzognero.

Grazie dello spazio.

Silvia Bernardi

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

16 persone hanno commentato questa notizia

  1. Simpatizzanti o non, io considero che:
    1) Il Veneto si è rivelato una regione ad alta infiltrazione mafiosa
    2) è la regione con il più alto consumo di suolo d’Italia per il secondo anno consecutivo
    3) le colline del Prosecco son state irrorate per anni con pesticidi e i PFAS sono entrati nel sangue dei Veneti, mentre la diossina della laguna in quello dei caparossoli.
    4) l’inquinamento dell’aria è molto alto, pure a Venezia, ma dopo 5 anni di segnalazioni nessuno ha risolto minimamente il problema, se non …il Virus. E hanno invece autorizzato pure i falò del Panevin…
    5) sia Venezia che Verona soffrono di un alto numero di sfratti, ma la recente legge ne stava procurando decine di altri soprattutto per anziani, e qualcuno a Venezia si è persino suicidato
    6) anche oggi 15 maggio si è rilevato l’ennesimo incidente chimico a Marghera, e chi denunciava carenze di sicurezza è stato …denunciato dall’azienda, alla faccia delle leggi anche europee sulla sicurezza
    7) il lavoro mi risulta sempre meno e sempre più precario o in nero
    8) il caporalato è diffuso e impunito pure in Veneto
    9) Galan e Chisso, al governo con la Lega, son finiti in galera per fatti molto gravi e penso che gli stava a fianco non poteva non accorgersene…
    10) Non si è fermato subito il carnevale di Venezia appena esplosa la pandemia di Covid 19
    11) si è consentito il Mose con tutti gli scandali conseguenti
    12) non si è agito in modo risolutivo contro Trenitalia quando trascurava i treni regionali a favore delle costose Frecce
    13) al Lido di Venezia si è chiuso l’Ospedale al Mare per farne un albergo di lusso, e si tentava di ridurre o chiudere pure il Civile di Venezia
    14) si volevano fare le multe a chi non “timbrava” ogni volta all’imbarco anche a chi aveva un abbonamento annuale Actv pagato tutto l’anno
    15) si son dati soldi per fare i presepi nelle scuole, ma non per carta igienica, sapone e materiali vari che invece vengono chiesti ai genitori dalle scuole
    16) si è permesso che fossero infettati dal Covid 19 e fatti morire decine di anziani nelle RSA
    17) in piena pandemia si voleva persino aprire prima le chiese per fare le messe col pubblico, dove spesso sono state fatte clandestinamente infettando i fedeli.
    18) un mio parente è morto per un melanoma non diagnosticato “dalla” sanità veneta, e ad un altro avevano diagnosticato la gotta al posto di un rigetto di protesi, operato poi in urgenza

    …mi fermo? Per chi è perplesso, potrei arrivare almeno a tre cifre.
    Poi ciascuno può farsi ipnotizzare da politici, tv e social come vuole.
    Io guardo i fatti, e soprattutto le malefatte… e non dimentico.

    Per quanto riguarda influenze, gruppi, pagamenti di seguaci, ecc, ricordo che nell’impalpabile tecnologia informatica tutto è possibile, anche spiarci a casa a nostra insaputa con wattsapp, computer, o i con i meravigliosi televisori che vogliono costringere tutti ad acquistare con la scusa che cambia (di nuovo ) il segnale digitale…
    A proposito, le antenne per il 5G (di cui possiamo benissimo fare a meno) stanno fiorendo come funghi anche nel Veneto, nonostante molti sindaci si siano opposti per motivi precauzionali…

    Poi ci è causa del suo mal pianga se stesso.

    Prof. Fabio Mozzatto

      • … evidentemente, non avendo altro di più costruttivo da scrivere, a qualcuno non resta altro di alludere a qualcosa di offensivo.
        Comunque mi fa piacere avere anche Lei tra i seguaci dei miei articoli e commenti, molti dei quali, alla fine di questa pandemia, forse si riveleranno fondati e veritieri…
        Ogni partito, al di là di campagne su Facebook o altro, ha fatto le sue, e dalla Lega ho visto quanto, e solo parzialmente, elencato. Manca quello che non ho visto e che non conosco… ma mi è bastato vede far cadere il governo basandosi sulle lusinghe di sondaggi e di poter governare la soli.
        Spererei che a Venezia e nel Veneto venisse qualcuno che si interessasse di più di risolvere i problemi (di tutti, non solo dei ristoratori ed albergatori miliardari che piangono alla Paperon De’ Paperoni”) piuttosto che cercare consensi magari con Facebook, le 4 TV locali (sotto un unico direttore…) e volendo aprire le scuole e chiese in piena fase ascensionale del Covid 19, o usando persino il Rosario in Parlamento…
        Speculare politicamente sulla salute o sulla fede è un livello deplorevole ben difficile da raggiungere, ma qualcuno ce l’ha pure fatta…
        Chi non vuol vedere, non vede…

        Prof. Fabio Mozzatto
        Venezia.

  2. Mi spiace ma qualcosa di poco “naturale” c’è..
    io avevo ricevuto l’invito da un’amica e mi sono iscritta,
    poi non condividevo certe idee e mi sono tolta…
    mi sono trovata iscritta di nuovo.
    Mi sono cancellata di nuovo e mi sono trovata iscritta di nuovo.
    Esperienza diretta
    p

  3. È più probabile che sia l’autrice di questo articolo che con queste parole si sta facendo notare, un articolo fatto apposta per creare un moto di sdegno, altrimenti era più facile entrare nel gruppo per verificare

  4. Mi rammarica il fatto che a scrivere questo articolo sia una donna e veneta, ma sottolineo e ribadisco nuovamente quello che hanno scritto le mie “colleghe” sopra, ovvero questo è un gruppo puramente spontaneo e nato x la voglia di fare volontariato e ringraziare tutto quello che il nostro presidente Zaia sta facendo per noi veneti. Anch’io sono stata invitata da una mia amica e di conseguenza ho invitato altre mie amiche. Il gruppo funziona così, nessuno ha pagato nessuno per far crescere questa pagina. La stima per il nostro presidente è moltissima ecco il motivo di tale risultato.
    Effettivamente questo da fastidio a molti!
    Che brutta bestia l’invidia!

  5. Io nn sono stata comperata come tantissime mie amiche e faccio parte di quelle 87.000 donne reali che compongono il gruppo su fb e orgogliosa che abbiamo fatto tutto solo con passaparola e inviti tra amiche. L’invidia…. Che brutta cosa.

  6. Purtroppo per voi il gruppo è totalmente spontaneo e frutto di passaparola tra amiche…e delle amministratrici che lo hanno creato, naturalmente!
    Il merito è di Zaia che con i fatti, come sempre, ha saputo affrontare con coraggio la pandemia pensando al bene del popolo Veneto che tanto ama!
    State sereni ed ingoiate il rospo!

      • Mi spiace per te .Ma io sono stata invitata da un’amica ed ho accettato non per politica o per fare un piacere a qualcuno ,ma solo perché il presidente Zaia sta facendo tutto quello che può e anche di più per tirare su il veneto ,per aiutare la sua e nostra regione ad uscire da questa situazione .È un guerriero che lotta con e per noi .E non importa di che colore politico sia .È bravo punto.

  7. siamo tutte vere e non “comprate”.. commentiamo e commentiamo i commenti delle altre..sai che conteggio complicato sarebbe per riscuotere?
    Zaia é bravo ma soprattutto ama il Veneto e i Veneti e lavora per loro. Non contro di loro come fa lo Stato.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here