17.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Grandi Navi a Venezia, l’Unesco invita il Governo italiano a trovare una soluzione

HomeLido di VeneziaGrandi Navi a Venezia, l’Unesco invita il Governo italiano a trovare una soluzione

laguna con montagne sullo sfondo

Gentilmente, ma pretendendo una rapida risoluzione al problema, anche l’Unesco si schiera in favore di coloro che attendono risposte circa la vicenda Grandi Navi a Venezia. Lo scopo principale è quello di salvaguardare e tutelare l’ecosistema lagunare.

Se Venezia e l’Italia non dovessero adoperarsi in tal senso, la città storica e la sua laguna, rischiano il declassamento dalla lista ‘’Patrimonio dell’Umanità’’. L’Unesco ne sta discutendo proprio in questi giorni nella 38esima sessione del World Heritage Committee, che si sta svolgendo a Doha, in Qatar.

Durante l’incontro, l’Unesco ha sottolineato come una mancata gestione della situazione Grandi Navi possa comportare un rischio d’immagine e un inserimento di Venezia nella lista nera dell’Organizzazione delle Nazioni Unite della Cultura.

Altra scure questa, che si abbatte su Venezia,dopo lo scandalo riguardante il Mose e che sicuramente non sarebbe un buon biglietto da visita per l’Italia intera. Palazzo Chigi intanto, entro febbraio 2015, dovrà presentare il Piano di gestione, una vera e propria relazione sull’attuale salvaguardia del città e della laguna, mentre entro il 2016 dovrà redigere un progetto di attuazione, secondo le norme stabilite dall’Unesco.

Perentorio l’invito dell’Organizzazione delle Nazioni Unite della Cultura, al Governo italiano affinché si attuino tutte le misure necessarie per vietare alle navi più grandi (in particolare anche le petroliere) di entrare nella laguna e che si punti su qualsiasi tipo d’azione che consenta la tutela del patrimonio lagunare ambientale.

Redazione

[18/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.