Furto del pc portatile a Mestre: carabinieri individuano ragazza 20enne rom

ultima modifica: 05/11/2020 ore 17:20

392

Furto del pc portatile a Mestre: carabinieri individuano ragazza 20enne rom

Furto del pc portatile a Mestre, ma la ladra ha avuto le ‘gambe corte: in breve tempo i carabinieri l’hanno individuata. Si tratta di una ragazza 20enne di etnia rom.
I militari, impegnati nei controlli, sono rapidamente risaliti all’autrice del furto e l’hanno denunciata in stato di libertà per furto aggravato. Si tratta di una cittadina italiana di etnia Rom, sorpresa letteralmente nella flagranza del reato: H.D., 20enne, residente a Marcon.
La giovane ladra, verosimilmente senza una vera e propria strategia, approfittando di un momento di distrazione


del proprietario, ha forzato la serratura del bagagliaio di un’auto parcheggiata nei pressi del ristorante “La Fornace” – in quel momento chiuso al pubblico in ottemperanza dell’ultimo DPCM ma comunque attivo con l’asporto – ed ha rubato un costoso PC portatile del proprietario.
Evidentemente aveva assistito alla scena in cui il proprietario aveva riposto il computer nel bagagliaio.
Il malcapitato però si è accorto immediatamente del furto e la sua presenza di spirito, insieme alla prontezza dell’intervento dei Carabinieri, sono stati decisivi per il recupero del maltolto.
L’uomo chiama immediatamente il 112 per segnalare il crimine, la pattuglia di Martellago arriva immediatamente sul posto e si accorge che il piazzale è servito dalle telecamere posizionate dal ristorante e puntate proprio verso il parcheggio incriminato.
Vengono così visionati i filmati registrati

non più di dieci minuti prima e si nota chiaramente che a commettere il furto è una donna che raggiunge subito dopo un’auto parcheggiata poco distante.
Non è quindi rimasto altro che ricondurre il numero di targa al proprietario che risulterà una donna, la quale viene poi immediatamente rintracciata ancora sul posto, talmente sicura di farla franca da non essersi neanche allontanata dalla “scena del crimine” e nemmeno di aver avuto cura di nascondere il notebook.
Di fronte alle contestazioni, infatti, la ladra


ha restituito il maltolto che aveva temporaneamente riposto in auto.
Per la donna non c’è stato scampo e dopo le attività sul posto, con l’acquisizione della denuncia di furto del proprietario, la rea è stata condotta in caserma a Martellago e, al termine delle operazioni, denunciata per furto aggravato.
I militari fanno sapere che servizi di contrasto allo specifico settore, così, come, in generale, alle manifestazioni di microcriminalità, proseguiranno nei prossimi giorni su tutto il comprensorio di giurisdizione, anche con specifici e mirati servizi di rinforzo.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here