Feriti dai botti di Capodanno: a Oderzo grave 14enne. A Ca’ Foncello operato a 9 anni

256

botti di capodanno sequestrati

15 quest’anno le persone rimaste ferite in Veneto per i botti di Capodanno. La maggioranza di essi non ha superato la prognosi di 30 giorni all’uscita.

Il più grave è un 14enne ricoverato nella notte ad Oderzo (Treviso) per una frattura al volto con la possibilità della perdita di un occhio in seguito allo scoppio di un razzo.

Nel trevigiano sono stati registrati quattro casi: tre all’ospedale del Cà Foncello dove un ragazzino di 9 anni è stato operato per lo scoppio di un petardo ad una mano (prognosi di 30 giorni), un altro di 10 anni ed un 25enne entrambi per leggere abrasioni ad una mano.

Altri 4 feriti sono segnalati tra Padova e provincia, il più grave dei quali un 56enne per lesioni alla mano sinistra (30 giorni di prognosi). Nel veronese sono due gli interventi al pronto soccorso, il più rilevante dei quali nei confronti di un 27enne romeno per lesioni al bulbo oculare (25 giorni di prognosi).

Infine un solo ferito è stato registrato nel veneziano e nel bellunese.

Redazione

[01/01/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here