venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

Fedez: il Codacons vuole denunciarlo per incitamento alla violenza sul web

HomeGossip e Showbiz: divi e diveFedez: il Codacons vuole denunciarlo per incitamento alla violenza sul web

Fedez: il Codacons vuole denunciarlo per incitamento alla violenza sul web

Non si placa la diatriba tra il Codacons e i Ferragnez: dopo le polemiche su Sanremo, sulla raccolta di fondi per il Covid e su Chiara Ferragni ritratta come la Madonna, l’associazione dei consumatori torna a puntare il dito contro il rapper Fedez colpevole – a suo dire – di “incitamento alla violenza sul web”.

Nel mirino un tweet con cui il cantante ha risposto alla giornalista Eleonora Daniele che accusava la moglie di “non fare abbastanza per il coronavirus”. Ma partiamo dall’inizio.

L’attacco di Eleonora Daniele

Dopo la trasmissione del documentario “Chiara Ferragni – Unposted”, a Storie Italiane Eleonora Daniele aveva punzecchiato la influencer utilizzando queste parole: “Sbaglio o non le ho sentito dire nulla riguardo il Covid? – aveva esordito la conduttrice – Cioè una che ha tutti quei followers, che è così conosciuta, amata eccetera eccetera dovrebbe avere una responsabilità sociale verso i ragazzi, oggi. No? Cioè, come dire, qualche messaggio in più, di un certo tipo, forse, dovrebbe arrivare. Adesso si parla di chiudere la sera, alle 22.30, i locali… Ok? Forse avrebbero dovuto arrivare proprio da questi personaggi messaggi diversi. Ok?”.

Simona Ventura le aveva ricordato la raccolta fondi promossa dai Ferragni, ma la Daniele continuava: “Qui non stiamo parlando di marzo o aprile, durante il Covid, durante il lockdown. Ma ultimamente non abbiamo sentito parlare di questo. O sbaglio?” terminando il suo attacco riportando a galla la querelle dei Ferragnez con il Codacons: “Prima è andata in onda un’immagine, scusatemi, credo di Vanity Fair, con la Ferragni vestita da Madonna. Su questa cosa qua, io, siccome c’è il Codacons che ha fatto una denuncia… Tra l’altro Codacons è un’associazione di consumatori molto importante per la quale io ho grandissima stima e sull’argomento vorrei evitare di entrare”.

La risposta di Fedez

Puntuale è arrivata su Twitter la replica di Fedez: “Questo sarebbe servizio pubblico? poi mi verrebbe da chiedere invece cosa ha fatto di utile durante la pandemia questa signorina visto il tono inquisitorio, l’attestato di stima per il Codacons parla da solo. L’opera di Vanity Fair e (sic) di Francesco Vezzoli comunque, per dire”.

Il rapper ha poi aggiunto su Instagram parole più dure per Eleonora Daniele, apostrofata come “giornalista del Grande Fratello”, ricordando sia il reparto di terapia intensiva allestito con la raccolta fondi sia lo sforzo perseguito dalla moglie per rilanciare il settore turistico. Infine, l’attacco alla conduttrice: “Ma io mi chiedo, lei invece che cosa ha fatto durante la pandemia? Informiamoci prima di fare i saccenti di sto c****o”.

Eleonora Daniele: “Io vittima di bullismo”

La giornalista è tornata il giorno dopo sull’argomento a Storie Italiane, scusandosi in lacrime con la coppia per aver “dimenticato di ricordare” il loro “grande impegno nel pieno della pandemia durante il lockdown”. Non solo: le dichiarazioni di Fedez avrebbero fatto partire nei suoi confronti un’onda di cyberbullismo. “Lo sfogo del momento di Fedez ieri sui social – ha continuato Eleonora Daniele – ha scatenato inevitabilmente una sorta di bullismo di cui sono stata vittima. Bullismo nei miei confronti, ovviamente. Un fenomeno che, come ben sapete, è molto pericoloso. Di bullismo noi parliamo tantissimo in questa trasmissione, combattiamo il fenomeno degli odiatori da tastiera, odiatori del web. Sono sicura che Fedez ci aiuterà in questa battaglia. So che è molto attento a questi temi, è un ragazzo intelligente. È un ragazzo che non vuole questo tipo di reazioni”.

Il comunicato stampa del Codacons

Dopo la “denuncia giunta questa mattina dalla conduttrice Rai Eleonora Daniele” che ha raccontato di essere stata vittima di bullismo sul web a causa dello sfogo pubblicato da Fedez il Codacons ha chiesto “l’intervento della magistratura contro l’incitamento alla violenza sul web”. Si legge nel comunicato stampa: “Da Fedez abbiamo assistito ancora una volta ad una violenza sessista inaudita, di cui ha fatto le spese una conduttrice colpevole di aver espresso una velata critica a Chiara Ferragni. Le violenze sollevate contro chiunque critica i Ferragnez devono finire una volta per tutte: è impensabile che chi esprime legittime opinioni sia ricattato da Fedez attraverso storie su Instagram e post che generano bullismo e attacchi ingiustificabili”.

L’associazione dei consumatori ha inoltre ricordato il 10% di commissioni richiesto dalla coppia nella sua raccolta donazioni, “giudicato illegittimo dall’Antitrust” e di come manchino ancora all’appello 363 mila euro, “soldi che secondo l’ospedale hanno concorso alle spese sostenute sulle terapie intensive già esistenti” ma dei quali il Codacons ha già chiesto chiarimenti.

Dal canto suo, Fedez ha replicato condividendo la notizia su Twitter auto-augurandosi buon compleanno: il rapper compie 31 anni anni proprio oggi e, a quanto pare, li “festeggerà” con questo insolito regalo.

Marie Jolie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Mauro da Mantova, no vax “untore”, non dà segni di miglioramento

Mauro da Mantova, no vax-"untore", noto per le sue partecipazioni radiofoniche al programma "La Zanzara", ricoverato ormai da 4 giorni in terapia intensiva, non dà segni di miglioramento, le sue condizioni permangono ancora gravissime a causa del Covid. Una decina di giorni...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...