giovedì 27 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

HomeVenezia e i turisti“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno
continua a leggere dopo la pubblicità

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT – “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”.
Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio (scaricabile sotto).
Gli episodi verranno raccolti (garantendo l’anonimato) e formeranno un volume che verrà edito da una casa editrice nazionale. “Nel frattempo – viene assicurato – forniremo qualche metodologia utile per contrastare questa piaga”.
“La nostra è un po’ una provocazione – spiega il consigliere comunale Giovanni Andrea Martini –, ma anche un modo per far emergere una questione ben nota di cui però non si parla più, perché, di fatto, ci sono troppi interessi per mantenere e semmai incentivare l’economia della rendita che domina in città, con il beneplacito del Comune”.

“L’Amministrazione – chiarisce Martini – è dalla parte dell’extra-alberghiero tradizionale e nel famoso ‘Decalogo’ lanciato lo scorso marzo dal sindaco Brugnaro insieme al suo omologo di Firenze, la richiesta di regolamentazione riguardava soprattutto le Locazioni turistiche, individuate come concorrenti sleali, perché soggette a regime semplificato rispetto a B&B, ecc. Ma non c’è traccia di salvaguardare chi vive in città. Nessun tentativo di introdurre controlli fiscali, oppure una detassazione per le affittanze residenziali, né tanto meno maggiori fondi per ristrutturare e assegnare conseguentemente gli alloggi pubblici”.

“Tutta la Città Insieme!” è a favore di una “sharing economy” vera e sta dalla parte di chi affitta in modo onesto una parte della propria abitazione per integrare il reddito. “Vogliamo però finalmente dar voce – conclude il consigliere – a quanti non ne possono più di subire una situazione totalmente fuori controllo. Condomini esasperati: unitevi a noi!”.

Il sondaggio (in allegato) è disponibile sul sito www.tuttalacittainsieme.it
sul profilo Facebook del Gruppo: https://www.facebook.com/g.andrea.martini/
o scaricabile da questo link

Per inviare le risposte e i propri racconti scrivere a:
[email protected]

Giovanni Andrea Martini
Consigliere comunale
Vicepresidente della VI Commissione
Gruppo consiliare “Tutta la Città Insieme!”
Comune di Venezia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

9 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Attendo una casa dal Comune da quando ho fatto il bando del 2019, con la richiesta del Lido, visto che la mia vita ora è qui. Ho uno sfratto esecutivo con forza pubblica previsto per il 14 ottobre. (l’ennesimo). Vivo con mia figlia 30enne e con mia nipote di quasi 5 anni. (mia figlia separata, senza fissa dimora, residente presso il Comune di Venezia). Ho contattato “il mondo”, senza arrivare a capo di nulla.
    Vorrei sapere, per cortesia, il nome di colui/lei che ha l’autorizzazione di stabilire e quindi consegnare le chiavi dell’appartamento predestinato, visto che mi sono trovata di fronte ad uno sconvolgente “palleggio” tra assistenti sociali e segretarie varia. Vi ringrazio infinitamente.

  2. Giovanni Andrea Martini, mi piacerebbe che lei ascoltasse anche un agente immobiliare che opera da esattamente 30 anni. Esistono molte motivazioni che non escono mai alla luce….perché?
    Ne posso elencare diverse ed alcune determinanti e non risolvibili se non con una legge nazionale o un’autonomia della città storica riconoscendone da parte dello Stato l’unicità (anche nei problemi).
    Centinaia di famiglie residenti lavorano nell’indotto turistico recettivo extra alberghiero, con gestione, pulizie, accoglienza, controlli. Ogni giorno incontro proprietari veneziani che vogliono locare il proprio immobile ma la prima cosa che mi dicono è: “ma non a residenti per carità!”. È stato depauperato uno dei patrimoni di edilizia pubblica piu importanti d’Italia (in percentuale alla popolazione, ben si intenda) e ora si vuol fare ricadere il peso di scelte scellerate ed irresponsabili su proprietari che legittimamente affittano turisticamente? E quando i residenti non trovavano casa perché si locava a 400/500€ al mese una stanza agli studenti ? E tutti gli immobili lasciati chiusi per non rischiare di “perdere la casa” per decenni? Avrei delle “ricette” ma bisogna avere cuore e mente aperta.

    • ah ah ah ah… finitela con la storiellina delle famiglie di veneziani che arrotondano affittando.
      Dal censimento del 2019 risulta che una dozzina di società gestiscono l’80% degli affitti turistici,
      il resto se lo gestiscono privati CHE ABITANO FUORI VENEZIA che ognuno ha da 5 a 10 appartamenti in gestione.
      Ma falla finita

      La verità è che chi sono fino a 10 sfratti al giorno in calendario in programma di gente mandata in strada per rivolgere l’appartamento al turismo.

      Ma sta per finire…

  3. E le famiglie veneziane rovinate dai vicini maleducati che a tutte le ore del giorno e della notte litigano, urlano, ascoltano la musica a palla, entrano ed escono a tutte le ore e o sbattono il portone o lo lasciano aperto? O che lasciano l’immondizia nell’androne?
    Ma per favore ‍♀️

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

“Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Lettere

Io vengo saltuariamente a Venezia dove possiedo un mini appartamento comperato 15 anni fa. Amo Venezia la sua storia i suoi scorci e la sua arte. Mi sono riconosciuto in essa essendo discendente da famiglia istro-veneta. Purtroppo negli ultimi anni Venezia...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...