20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Esperti OMS che dovevano studiare il virus a Wuhan bloccati: “Sono positivi”. E’ giallo

HomeIl GialloEsperti OMS che dovevano studiare il virus a Wuhan bloccati: "Sono positivi". E' giallo

In molti aspettavano l’esito di questa “missione” dell’OMS che era partita finalmente per Wuhan allo scopo di capire da dove ha avuto effettivamente origine il coronavirus, ma la curiosità appagata è una strada irta di ostacoli.
La spedizione americana è stata infatti bloccata a lungo perché non è stato concesso il “visto” di ingresso a due suoi componenti.
L’OMS assicurava che tutti i test erano stati eseguiti e non ci sono possibilità di positività nel gruppo.
E a questo punto è giallo.
La Cina, alla fine, ha categoricamente negato l’ingresso a due membri del team investigativo sul Covid-19 dell’Oms dopo che la loro positività è stata riferita come registrata tramite i test sugli anticorpi fatti a Singapore.
Lo scrive il Wall Street Journal, citando fonti vicine al dossier.
Gli altri 15 componenti della delegazione, invece,

hanno poi proseguito come da programma il viaggio verso la città di Wuhan, focolaio dell’epidemia trasformatasi in pandemia.
I funzionari cinesi coinvolti nel processo di screening hanno impedito ai due membri della delegazione dell’Oms di salire sull’aereo per Wuhan dopo che entrambi sono risultati positivi agli anticorpi Covid-19 nei test sierologici basati sul sangue nel transito a Singapore.
La delegazione di 15 membri è poi arrivata come previsto a Wuhan, il capoluogo dell’Hubei, ed ha aggiunto il Wsj. Il primo pesante intoppo ha aggiunto ulteriori complicazioni a una missione già carica di sensibilità politiche, con Pechino che ha avviato un’ampia campagna per mettere in dubbio le origini di un agente patogeno scoperto per la prima volta in tutta la sua virulenza nella Cina centrale.
Oms e Pechino hanno passato mesi a negoziare i termini della missione, che è stata ritardata più volte e i ricercatori dell’ agenzia dell’Onu hanno affermato di non avere una comprensione chiara dei progressi che gli scienziati cinesi hanno compiuto in quello che dovrebbe essere uno sforzo di collaborazione.
I media statali cinesi, intanto,

hanno dato conto dell’arrivo del team dell’Oms di questa mattina a Wuhan, senza fornire dettagli sulla sua composizione.
La Cina ha fatto sapere che si atterrà “rigorosamente” ai requisiti di prevenzione anti Covid-19: così il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha replicato alla domanda sull’ingresso negato a due membri del team dell’Oms perché risultati positivi, secondo un’anticipazione del Wsj, ai test sieriologici nel transito a Singapore.
“I requisiti rilevanti per il controllo della prevenzione delle epidemie saranno applicati rigorosamente”, ha detto Zhao. I restanti 15 componenti del team, intanto, sono arrivati a Wuhan per avviare le indagini con i colleghi cinesi sull’origine nuovo coronavirus.
L’OMS attraverso una comunicazione ufficiale ha confermato il mancato ingresso di due suoi esperti in Cina, parte della delegazione di 15 componenti inviata a Wuhan, dichiarati positivi al test sierologico anti Covid a Singapore, ma afferma che i membri del gruppo erano “tutti negativi prima della partenza”.
“Tutti i membri del team

hanno avuto molteplici test negativi Pcr e per gli anticorpi nei loro Paesi prima del viaggio”, afferma l’Organizzazione delle Nazioni Unite su Twitter.
L’Oms aggiunge che i 13 esperti giunti a Wuhan cominceranno “immediatamente” il loro lavoro, malgrado le due settimane di quarantena.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.