COMMENTA QUESTO FATTO
 

Elton John a Venezia per il weekend. Pranzo da Ivo con le "Castraure"

Elton John è amico di Venezia. Arrivato come turista comune diverse volte, ha poi deciso di diventare proprietario di una casa alla Giudecca che frequenta più o meno regolarmente, compatibilmente con i suoi impegni artistici.

Elton John si è offerto di cantare gratis in Piazza San Marco, nella stagione di apertura dei grandi concerti a Venezia, in luglio del 2008, lasciando l’intero incasso all’amministrazione per il recupero e il restauro dei monumenti della città. Successivamente, il cantante ha anche donato alla città i diritti del video del concerto.

(Per questo quando il sindaco Brugnaro ha attaccato apertamente Elton John al colmo di una polemica sulle unioni civili in molti ci hanno trovato un pò di ingratitudine).

Ieri sera ed oggi a pranzo Sir Reginald Kenneth Dwight (vero nome del baronetto inglese autore di Daniel, Crocodile Rock e mille altre) si è regalato la cucina del Ristorante da Ivo di San Marco al termine di tre giorni di vacanza. Domani, infatti, ripartirà dalla laguna.

Il Ristorante da Ivo si conferma quindi locale amato e appuntamento fisso dei vip, secondo tradizione lanciata da George Clooney.

Elton John ha scelto “Castraure con il granchio” e scampi fritti. Il suo compagno David invece ha scelto fiori di zucchina con gamberetti e moeche fritte. Branzino ai ferri, invece, per le due guardie del corpo.

Al termine del pasto, in un clima di serena convivialità, l’artista ha poi eseguito un suo disegno fatto con un pennarello indelebile donandolo al locale.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

elton john disegno con il pennarello up 480320

La coppia, arrivata con taxi privato e ripartita dalla porta d’acqua, ha molto gradito il cibo, sia pur mangiando relativamente poco, senza alcun eccesso.

Elton John ha poi posato volentieri per le foto di rito con il personale del Ristorante da Ivo elargendo complimenti per la cucina.

elton john in taxi venezia 300480

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here