9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Didier Laloy & Kathy Adam, alla Fenice di Venezia Musica con la M maiuscola

HomeMusicaDidier Laloy & Kathy Adam, alla Fenice di Venezia Musica con la M maiuscola
la notizia dopo la pubblicità

Didier Laloy & Kathy Adam, alla Fenice di Venezia Musica con la M maiuscola

Si è svolto ieri sera, sabato 4 marzo, il primo dei tre incontri di Musica jazz alla Fenice, presso le Sale Apollinee, che pur facendo da splendida cornice, si sono dimostrate appena sufficienti a contenere il pubblico presente.
Possiamo dire che se il buongiorno si vede dal mattino, la manifestazione è partita con il piede giusto.

La serata è iniziata con un avvincente incontro con il giornalista scrittore Franco Fayenz che negli anni che vanno dal 1969 al 1974 ha ricoperto il ruolo di Direttore artistico alla Fenice. Vera fucina di aneddoti sui mostri sacri che si sono esibiti in quegli anni nel nostro teatro.

Nomi che vanno da Ella Fitzgerald, a Duke Ellington, Miles Davis (con un giovanissimo Keith Jarret al piano elettrico) (sic) al pianista Oscar Peterson, al collerico produttore Norman Granz, le cui sfuriate ha subito lo stesso Fayenz, come da lui stesso fattoci sapere. Si è passati dal famoso ritardo di due ore del concerto del divino Miles, accolto dal pubblico con lancio industriale di rotoli di carta igienica, e fattosi subito perdonare sin dalle prime note, alla fortuna di Oscar Peterson, sentito per caso in un taxi, sintonizzato su una radio locale, dal produttore Granz, all’ipocondria di Duke Ellington terrorizzato dagli spifferi d’aria.

La serata è proseguita con una giovane band, la “Luca Zennaro 5tet” formata da 5 elementi che hanno presentato 3 loro pezzi veramente piacevoli, dando sfoggio di ottima preparazione musicale e giustamente applauditi dal pubblico.

infine e forse si giustifica quella & nel titolo, sono arrivati i due musicisti clou della serata. L’organista Didier Laloy e la violoncellista Kathy Adam. Non certamente Jazz ma musica con M maiuscola questo si. La coppia, travolgente lui, finta compassata lei, sin dalle prime note hanno subito spazzato lo scetticismo relativo alla singolare abbinata strumentale.

In un affiatatissimo interplay tra i due, si sono ricorsi passando dal classico rivisitato, a ballate con accenti medievali intrisi di influssi nordici. Un mix veramente piacevole che ha fatto da splendido finale per la serata.

Daniele Pinzoni

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.