mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Detenuto di S.M.Maggiore va al Civile per una visita: era un tentativo di evasione

HomeIl casoDetenuto di S.M.Maggiore va al Civile per una visita: era un tentativo di evasione

Detenuto di S.M.Maggiore va al Civile per una visita: era un tentativo di evasione

Tentata evasione ieri mattina, giovedì, di un detenuto della Casa Circondariale di Venezia Santa Maria Maggiore dall’Ospedale Civile di Venezia. L’uomo era stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Venezia per essere sottoposto ad una visita urgente.

Una volta raggiunto il presidio sanitario il detenuto ha messo in atto il suo piano ed ha dato vita al tentativo di evasione. Improvvisamente ha cercato infatti di divincolarsi dalla scorta sorprendendo le guardie che lo accompagnavano.

Il tentativo è fallito per l’immediato intervento del personale di Polizia Penitenziaria che grazie alla bravura e prontezza d’intervento sono riusciti a scongiurare il piano messo in atto dal detenuto.

Sfortunatamente, durante le fasi della tentata l’evasione, il detenuto ha fatto di tutto per sfuggire alla scorta aggredendo fisicamente gli uomini di sicurezza.

Alla fine, 2 agenti penitenziari rimarranno rimasti feriti con ferite giudicabili rispettivamente in dieci e tre giorni.

“Ai colleghi della Polizia Penitenziaria di Venezia giunga il nostro plauso e tutta la nostra gratitudine per aver impedito, con il loro coraggio, l’evasione o conseguenze ancora più gravi” conferma Umberto Carrano, Segretario Provinciale di Venezia dell’ Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria U.S.P.P. .

Carrano prosegue: “In questo periodo a Venezia il Personale di Polizia Penitenziaria, in servizio per garantire turni, la sicurezza all’ interno dell’ istituto, piantonamenti, traduzioni e quant’altro, è costretta ad espletare turni di servizio che diverse volte arrivano anche a 12 ore consecutive, con la beffa però che superando il tetto massimo previsto, le ore straordinarie assegnate vengano accantonate e non pagate nell’immediato. Chiediamo all’ Amministrazione Penitenziaria di integrare le unità di Polizia presso la Casa Circondariale al fine di garantire al a chi fa sicurezza i giusti riposi, le ferie e l’adeguato riposo psicofisico.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Bravi e grazie per il loro impegno. Tutti gli addetti all’ordine e alla sicurezza dovrebbero essere più gratificati e rispettati dallo stesso stato. Molte volte gli stessi agenti vengono derisi e colpevolizzati per aver compiuto il loro dovere.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...