30.9 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Il Covid si porta via il Prof. Basso, salvava i bimbi malati a Padova

HomeregioniIl Covid si porta via il Prof. Basso, salvava i bimbi malati a Padova

Il Covid si porta via il Prof. Basso. Già direttore della Clinica di Oncoematologia Pediatrica a Padova, tra i principali promotori della Fondazione Città della Speranza (la onlus che, dal 1994, si occupa della raccolta fondi per aiutare i bambini malati di tumore) dopo un mese di ricovero nel reparto di Terapia Intensiva di Padova si è arreso.
Giuseppe Basso, 73 anni, è scomparso nella notte tra lunedì 15 e martedì 16 febbraio.
È morto per il Covid-19 era medico e docente stimato dai colleghi e amato da tanti bambini e ragazzi ai quali ha salvato la vita.
“Scienziato di valore e medico appassionato – ricorda il rettore dell’Università, Rosario Rizzuto – il professor Basso con competenza e determinazione ha applicato i progressi della scienza alla cura dei giovanissimi pazienti, che nei momenti difficili della malattia in lui hanno trovato le terapie più efficaci ed un sorriso amico. Intelligente, critico, ironico, mai banale,

di lui ricordo tante discussioni accese, animate dalla comune passione per la scienza e da una profonda stima reciproca. Mancherà a tutti noi. A nome di tutto l’Ateneo esprimo ai familiari il dolore e l’affetto della nostra comunità”.
Dopodomani, in corte d’Appello a Venezia, si celebrerà il processo ai genitori della giovane Eleonora Bottaro, morta per leucemia dopo che la famiglia aveva rifiutato le terapie, convinta che la ragazza sarebbe guarita con le vitamine e terapia psicologica che prevede il “metodo Hamer”.
Contro questa decisione Basso, che era medico di Eleonora, si era schierato con tutte le sue forze, “Eleonora aveva ottime chance di guarire”, aveva detto a commento della sentenza di condanna in primo grado per i genitori della ragazza.

(foto da archivio)

[covid, prof giuseppe basso, città speranza]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.