5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.7 C
Venezia
mercoledì 21 Aprile 2021
HomeVeneto arancioneCovid, in Veneto aumento del 29%. Verso Veneto arancione?

Covid, in Veneto aumento del 29%. Verso Veneto arancione?

Covid: in Veneto aumento del del 29,3%.
E’ il significativo aumento dei nuovi casi di positività al Covid registrata in Veneto negli ultimi 7 giorni.
E’ il dato che emerge dall’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe.
La situazione è quindi in peggioramento rispetto alla settimana precedente, 17-23 febbraio.
Sono invece in miglioramento i tassi di occupazione dei posti letto in area medica, al 14%, e delle terapie intensive, al 12%.
A livello regionale, segnala Gimbe, i casi attualmente positivi – dato diverso da quello dell’incidenza – sono 517 per ogni 100.000 abitanti.
Le province di Padova (192,55), Rovigo (159,23), e Treviso (139,22) sono quelle con la più alta incidenza del virus su 100.000 abitanti.
Per quanto riguarda i casi giornalieri, oggi (giovedì 4 marzo 2021), il Veneto arriva a sfiorare 1.500 nuovi casi di Covid-19 in un giorno.
Il bollettino regionale segnala

1.487 nuovi contagi rispetto a ieri, che portano il totale a 338.237 malati.
Sono 20 i decessi, con il totale a 9.911 da inizio pandemia.
La situazione nelle strutture ospedaliere è in leggero aumento ma senza criticità.
Nei reparti ordinari sono ricoverati 1.202 pazienti (+8 rispetto a ieri), e nelle terapie intensive sono occupati 156 letti, (un nuovo ingresso).
“I numeri si stanno un po’ ingrossando” ha detto oggi il Presidente del Veneto Luca Zaia commentando i dati della pandemia nella regione.
I numeri di oggi parlano di 1.487 positivi, con un’incidenza del 3,62% ma soprattutto con un Rt all’1,12.
“Stamane ho sentito il ministro Speranza – sottolinea Zaia – di certo ci sono regioni più in sofferenza di noi: l’Italia si sta colorando sempre più di arancione e rosso”.
Sulla possibilità che il Veneto diventi arancione, il Governatore ripete: “penso che sia verosimile che si torni a ballare. L’aereo potrà avere delle turbolenze in volo”.
Sulle scuole del Veneto, al momento,

non ci sono novità.
“In questa fase stiamo facendo una analisi seria della situazione epidemiologica nelle scuole secondo logiche comunali”, dice Zaia, rilevando che “non si è deciso ancora nulla”.
Il Governatore ripete di essere preoccupato “del sistema scuola” e di “volerlo seguire a vista”.
Parlando delle ordinanze del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il presidente ha dichiarato: “Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha fatto bene a emanare una ordinanza di limitazione degli alcolici. Questo è il tipico lavoro di squadra”. ” Non troverete mai una mia posizione contraria – conclude – a ordinanze dei sindaci a tutela della salute dei cittadini”.
Sul nuovo dibattito che è nato negli ultimi giorni sul tipo di mascherina che è meglio indossare Zaia si è così espresso:

“L’ideale sarebbe che tutti usassero mascherine ffp2” dice il Presidente del Veneto Luca Zaia dopo gli accertamenti su quelle chirurgiche che, anche alla luce di alcune inchieste, non sarebbero a norma.
“Tenendo conto di tutte le difficoltà del caso – rileva – non ultime quelle economiche perché hanno un costo per le famiglie: non è che tutti si possano permettere di spendere i soldi per una ffp2 e di buttarla via a fine giornata”.
L’ultima ora del pomeriggio di oggi è una dichiarazione del ministro Speranza che ha dichiarato come potrebbe decidere da un momento all’altro di dichiarare il Veneto zona arancione“.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor