lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Corruzione, Michel Platini in stato di fermo per il Mondiale: “Sarkozy mi ha detto”

HomeCalcioCorruzione, Michel Platini in stato di fermo per il Mondiale: "Sarkozy mi ha detto"

Corruzione, Michel Platini in stato di fermo per il Mondiale: "E' stato Sarkozy"

Corruzione nel mondo del pallone mondiale. Platini si trova in stato di fermo e in queste ore è sotto stretto interrogatorio.

Lo Shock del calcio mondiale corre attraverso le agenzie in pochi minuti, provoca una bufera sulla Francia e sui tentacoli che – dall’epoca della presidenza Sarkozy – legano sempre più la sua politica, l’economia e lo sport agli emiri del Qatar.

Michel Platini, passato da ‘roi’ dei campi di gioco a boss del governo del calcio, è finito sotto interrogatorio, in stato di fermo, in un commissariato di Nanterre alla periferia di Parigi.

Con lui, è stata interrogata in stato di fermo anche l’ex consigliera di Sarkozy per lo sport, Sophie Dion, mentre l’ex segretario generale dell’Eliseo e braccio destro dell’ex presidente, il controverso Claude Gueant, è sotto interrogatorio ma con lo statuto di “indagato” o “sospetto in libertà”.

L’inchiesta preliminare che ha portato a questa bufera giudiziaria sul calcio mondiale è condotta, dal 2016, dalla procura finanziaria in collaborazione con i magistrati svizzeri e americani.

Le ipotesi di reato sono corruzione, associazione per delinquere e traffico di influenze.

Il sospetto dei magistrati che indagano per corruzione – secondo fonti giudiziarie che hanno confermato le prime informazioni del sito online Mediapart – riguarda quella che in molti indicarono come un’assegnazione inspiegabile dell’evento sportivo più importante, i mondiali di calcio.

A tessere la potente ragnatela di potere con gli emiri fu Nicolas Sarkozy, questa l’ipotesi degli inquirenti, a partire da un pranzo all’Eliseo al quale partecipò anche Michel Platini.

Era il 23 novembre 2010, nove giorni dopo la Fifa cominciò lo scrutinio per l’attribuzione dei mondiali e favoriti erano gli Stati Uniti. Ma in quel pranzo, cambiò tutto. E Platini, subito dopo quell’incontro, chiamò al telefono Sepp Blatter, ex presidente Fifa, poi diventato suo rivale nel governo e finito indagato come lui in una vicenda di versamenti sospetti: “Platini mi disse: ‘il presidente Sarkozy mi ha chiesto se io, o forse qualcuno dei miei amici, potessimo sostenere la candidatura del Qatar’. Io gli chiesi subito: ‘ma ti ha costretto, ti ha chiesto di farlo? Mi ha detto ‘no, no, ma quando il capo dello Stato esprime un desiderio, io dico vedremo come va’”.

Come è andata poi si è visto, a partire da una votazione in cui non soltanto Blatter ma la gran parte degli addetti ai lavori non aveva neppure considerato l’ipotesi del Qatar: 55esimo nella classifica Fifa, temperature insostenibili con stadi nel deserto, condizioni di lavoro nei cantieri del mondiale denunciati da Ong e associazioni per i diritti umani.

Eppure, i 24 membri di quel comitato esecutivo Fifa non scelsero né Australia, né Giappone o Corea del Sud, e soprattutto non i favoriti Stati Uniti: 4 voti promessi agli Usa (Platini e 3 membri a lui fedeli) cambiarono sponda e il Qatar vinse a sorpresa con 14 voti contro 8.

Secondo France Football, nel famoso pranzo all’Eliseo – al quale era ospite d’onore Tamim bn Hamad al-Thani, principe erede al trono, diventato emiro dal 2013 – si parlò anche dell’acquisto del Paris Saint-Germain da parte dei qatarioti (si realizzò esattamente un anno più tardi), di una crescita della loro quota nella proprietà del gigante Lagardere e della creazione di una piattaforma tv, BeinSports, per fare concorrenza sul calcio e altre discipline a Canal Plus.

Questo, secondo le ipotesi, in cambio della promessa del voto di Platini: non agli Stati Uniti in ossequio ad un accordo ‘diplomatico’ (Russia 2018, Usa 2022), ma al regno degli emiri.

Nel mirino del polo anticorruzione c’è proprio il ruolo della Francia nello spostamento degli equilibri, al punto da far rientrare anche l’attribuzione ai francesi degli Europei 2016 nella raffica di domande poste oggi all’ex numero 10 della Juventus, che compie in settimana 64 anni: Michel “non ha assolutamente niente da rimproverarsi e afferma di essere totalmente estraneo ai fatti. La sua – sostiene l’avvocato – è un’audizione come testimone, lui risponde serenamente e con precisione a tutte le domande”.

Platini era stato già al centro di uno scandalo per somme dai risvolti loschi introitate dalla Fifa nel 2015.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...