giovedì 27 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

Coronavirus nel Veneziano, Ulss 3 attiverà ulteriori posti di terapia intensiva

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus nel Veneziano, Ulss 3 attiverà ulteriori posti di terapia intensiva

Coronavirus veneziano: 4 decessi. Morto pescatore chioggiotto, aveva 67 anni

Coronavirus nel Veneziano, l’Ulss 3 veneziana sta pensando come e soprattutto dove saranno attivati ulteriori altri posti di terapia intensiva. Quello che era chiaro da settimane, infatti, si sta verificando: una percentuale minore di contagiati dal virus finiscono in ospedale e una piccola minoranza di essa ha bisogno di terapie salvavita. Va da sé che aumentando esponenzialmente la prima crescano, in percentuali ovviamente piccole ma costanti, anche gli ultimi numeri.
Nelle 24 ore che sono andate dalle 17 di sabato alle 17 di domenica, Venezia e provincia

hanno registrato 352 nuovi contagi e 6 nuovi decessi. Alle nuove vittime si aggiunge un settimo decesso di un uomo veneziano venuto a mancare nel Rodigino.
I ricoverati sono sempre l’indicatore più delicato di questa nuova fase della pandemia. I posti letto occupati si abbassano di due unità ma sono piccoli scostamenti spesso annotati in correlazione ai decessi che, purtroppo, “liberano” il letto di degenza.
368 i pazienti ricoverati nel nostro territorio con questa distribuzione:

59 persone ricoverate all’Ospedale dell’Angelo di Mestre, oltre a 10 in terapia intensiva,
35 persone ricoverate all’Ospedale Civile di Venezia, oltre a 5 in terapia intensiva,
12 persone ricoverate all’Ospedale di Mirano, oltre a 3 in terapia intensiva,
125 persone ricoverate all’Ospedale di Dolo, oltre a 14 in terapia intensiva,
14 persone ricoverate all’Ospedale di Chioggia, oltre a 1 in terapia intensiva,
1 persona ricoverata all’Ospedale di Noale,
41 persone ricoverate a Villa Salus,
35 presone ricoverate all’Ospedale di Jesolo, oltre a 8 in terapia intensiva,

1 persona ricoverate in terapia intensiva dell’Ospedale di San Donà,
2 persone ricoverate all’Ospedale di Portogruaro, oltre a 1 in terapia intensiva.
Ed è proprio il settore dei posti letto di Terapia intensiva la principale fonte di preoccupazione di queste ore tanto che si sta valutando la possibilità di aumentarlo.
Attualmente quelli disponibili sul territorio sono 79 ma tra oggi e domani,

a seconda di come apparirà alla fine la curva, si provvederà verosimilmente ad attivare “la riserva” già utilizzata tra febbraio e marzo scorsi.
Con questa disponibilità i posti letto di terapia intensiva nel veneziano arriveranno a 101.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Porto off-shore: tempi lunghi e incertezza sulla crocieristica

Le 11 proposte per il concorso di idee del porto Off-shore di Venezia arrivate all’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale sono state accolte con ottimismo. C’è chi ha letto in questa nutrita partecipazione un inaspettato interesse per Venezia ma in...

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Infarto durante corsa: tragedia a Treviso. Ha 12 anni

Momenti grande paura oggi per un ragazzo di 12 anni colpito da un arresto cardiaco mentre stava correndo una marcia campestre a Vittorio Veneto, nel trevigiano. Il giovane atleta, iscritto alle Fiamme Oro di Padova, è stato visto barcollare e poi...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...