32 C
Venezia
mercoledì 23 Giugno 2021

Coronavirus Venezia: i numeri della regressione

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia: i numeri della regressione

Coronavirus Venezia che mostra chiari segnali di regressioni a confermare le medesime indicazioni dei giorni scorsi.
Sono in discesa i nuovi positivi, sono in discesa i ricoverati e ora, finalmente, anche i decessi.
209 nuovi casi in 24 ore tra Venezia e provincia indicano la nuova strada positiva da percorrere.
Gli ‘attualmente positivi’ scendono a 6.674 contagiati.
276 le persone ricoverate tra ospedali e strutture territoriali della provincia.
20 pazienti lottano in terapia intensiva.
E, finalmente, si sono abbassati i decessi:

solo 4 nelle ultime 24 ore. Un indice che si potrebbe prendere a campione dato che ancora ieri i decessi erano stati 17 nel Veneziano.
Non bisogna abbandonarsi a facili entusiasmi, però i segnali sembrano indicare che la seconda ondata sta per passare dietro le spalle.
Un test significativo si avrà da domani con il rientro a scuola delle superiori al 50 per cento in presenza.
Il nodo rimane nei mezzi pubblici, per questo Actv, grazie all’aiuto dei privati, metterà in strada centinaia di corse in più con steward alle fermate per regolamentare gli accessi.

(Rip.)
Coronavirus Venezia che mostra chiari segnali di regressioni a confermare le medesime indicazioni dei giorni scorsi.
Sono in discesa i nuovi positivi, sono in discesa i ricoverati e ora, finalmente, anche i decessi.
209 nuovi casi in 24 ore tra Venezia e provincia indicano la nuova strada positiva da percorrere.
Gli ‘attualmente positivi’ scendono a 6.674 contagiati.
276 le persone ricoverate tra ospedali e strutture territoriali della provincia.
20 pazienti lottano in terapia intensiva.
E, finalmente, si sono abbassati i decessi:

solo 4 nelle ultime 24 ore. Un indice che si potrebbe prendere a campione dato che ancora ieri i decessi erano stati 17 nel Veneziano.
Non bisogna abbandonarsi a facili entusiasmi, però i segnali sembrano indicare che la seconda ondata sta per passare dietro le spalle.
Un test significativo si avrà da domani con il rientro a scuola delle superiori al 50 per cento in presenza.
Il nodo rimane nei mezzi pubblici, per questo Actv, grazie all’aiuto dei privati, metterà in strada centinaia di corse in più con steward alle fermate per regolamentare gli accessi.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor