Coronavirus Venezia, si allargano i focolai. Colpito il Fatebenefratelli

ultimo aggiornamento: 06/10/2020 ore 12:23

7892

Coronavirus Venezia, si allargano i focolai. Colpito il Fatebenefratelli

Coronavirus a Venezia e provincia che vede un’impennata dei casi: 83 nuovi contagi con 7 nuovi ricoveri.

Sul fronte dei siti veneziani localizzati, continua ad essere sotto la massima attenzione la situazione del reparto di Medicina dell’ospedale Civile, dove i positivi oggi sarebbero una trentina dopo i 24 già confermati, quella delle ditte che lavorano in Fincantieri, a cui si è aggiunto un probabile focolaio al Fatebenefratelli di Cannaregio.


83 nuovi positivi nel veneziano in un giorno rappresenta una sorta di “record”: ieri ne erano dichiarati 47 e il giorno prima 63. Si tratta del più alto numero degli ultimi giorni.

Cresce molto anche l’indicatore degli “attualmente positivi” che ora arriva a 845 contro i 752 di domenica sera.

Crescono anche i ricoveri che ora sono 60, il giorno prima erano 53.


Ospedale Civile di Venezia
Il fronte più serio da affrontare oggi pare quello che si è creato all’Ospedale Civile di Venezia dove risultato 24 tamponi positivi ma dove si mormora sarebbero molti di più. In maniera anomala, la stragrande maggioranza vede personale sanitario contagiato rispetto ai ricoverati.

Sul numero ufficiale (anche se fermo da tre giorni) vengono dichiarati 16 positivi tra medici, infermieri e operatori, e 8 pazienti ricoverati. Un rapporto di due operatori sanitari positivi per ogni paziente.

Voci non confermate danno per positivi diversi medici del reparto dello Jona del San Giovanni e Paolo tra cui anche il primario del reparto ospedaliero, nonché capodipartimento di tutte le medicine.

Fatebenefratelli
In questo scenario si apre anche il caso del Fatebenefratelli, ospedale di primaria importanza nella riabilitazione, nonché nelle cure assistenziali per Rsa, della zona di Cannaregio.
Qui da lunedì si rincorrono voci di un piccolo focolaio scoperto nel fine settimana di cui la struttura non avrebbe parlato subito con l’esterno.

Secondo quanto appreso ci sarebbe stato l’inserimento in uno dei reparti di un paziente che poi si è rivelato positivo. E’, come detto, una voce di corridoio, quella che pare invece sicura è la presenza di alcuni casi tra gli anziani e tra gli operatori sanitari che potrebbero superare la quindicina.

Nel frattempo, dal Fatebenefratelli di Cannaregio, nei casi in cui le situazioni cliniche diventino più serie per gli ospiti,


al bisogno, si provvede con trasferimento all’Ospedale Civile attraverso trasporto con ambulanze del Suem con personale attrezzato e vestito con tenute di massimo isolamento. (foto)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here