7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Coronavirus Venezia, anomalo rialzo nei numeri: 70% in più di nuovi casi in un giorno

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia, anomalo rialzo nei numeri: 70% in più di nuovi casi in un giorno
la notizia dopo la pubblicità

Coronavirus Venezia: la nostra provincia continua a pagare un tributo altissimo alla guerra contro il virus.
Altri 16 morti nel Veneziano nelle ultime 24 ore di monitoraggio dopo l’incredibile numero di 31 decessi di ieri.
776 i nuovi contagiati in 24 ore. Ieri ne erano stati registrati 464.
E’ indubbiamente anomalo il rialzo che va addirittura verso un 70% di nuovi positivi in più in un giorno, in un periodo in cui i locali sono chiusi e la gente è in casa per i “giorni rossi” di Natale. Un rialzo che avviene durante il weekend, per di più, cioè quando vengono processati meno tamponi.
Numeri alti in maniera anomala e non ci sono errori, anche se

verrebbe da pensarlo: ai 309 nuovi contagi della mattina, se ne aggiungono 467 a sera, per un totale di 776 nuovi infettati in un giorno.
Le persone ricoverate sono 573, di cui 62 in terapia intensiva. (Ieri 572 e 65).
All’Ospedale dell’Angelo di Mestre ci sono 70 ricoverati in reparti di medicina e 11 in terapia intensiva.
All’Ospedale Civile di Venezia ci sono 62 ricoverati in reparti di medicina e 6 in terapia intensiva.
Non migliora la situazione alzando lo sguardo

ad un livello regionale. Anzi.
Al bollettino Covid di ieri, domenica: in Veneto +3.419 nuovi casi e 88 morti in 24 ore.
Crescono dunque di un centinaio, rispetto a sabato, i positivi al Covid-19 in Veneto.
Il Bollettino regionale segnala un totale di 266.264, e 88 decessi, 6.763 dall’inizio della pandemia.
Scende il numero dei ricoverati nei reparti ospedalieri, con 2.688 pazienti nelle aree non critiche e scende anche l’occupazione delle terapie intensive, con 365 ammalati ma, come abbiamo imparato, il tasso di occupazione dei posti letto si abbassa – purtroppo – anche per i decessi.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Ha perfettamente ragione Roberto.
    Dove erano i famosi controlli, a Natale?
    Di sicuro non davanti a casa mia: ho visto sfilare 11, dico undici, persone schiamazzanti in uscita dalla festa di una vicina di casa, notoriamente menefreghista delle regole, oltre che cretina.
    Ma è proprio coi cretini che bisogna fare i conti, quindi con l’effetto delle feste e compagnia bella, appunto.

  2. Non è per niente anomalo. Anzi era previsto, sono i contagiati delle feste natalizie, infatti passati una decina di giorni da Natale, ovvero i canonici per i sintomi. nei prossimi giorni vedremo anche gli effetti del resto delle feste, capodanno e compagnia bella.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...
spot

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...
Advertisements

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...