pubblicità
pubblicità
15 C
Venezia
domenica 18 Aprile 2021
HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia, anomalo rialzo nei numeri: 70% in più di nuovi casi in un giorno

Coronavirus Venezia, anomalo rialzo nei numeri: 70% in più di nuovi casi in un giorno

Coronavirus Venezia: la nostra provincia continua a pagare un tributo altissimo alla guerra contro il virus.
Altri 16 morti nel Veneziano nelle ultime 24 ore di monitoraggio dopo l’incredibile numero di 31 decessi di ieri.
776 i nuovi contagiati in 24 ore. Ieri ne erano stati registrati 464.
E’ indubbiamente anomalo il rialzo che va addirittura verso un 70% di nuovi positivi in più in un giorno, in un periodo in cui i locali sono chiusi e la gente è in casa per i “giorni rossi” di Natale. Un rialzo che avviene durante il weekend, per di più, cioè quando vengono processati meno tamponi.
Numeri alti in maniera anomala e non ci sono errori, anche se

verrebbe da pensarlo: ai 309 nuovi contagi della mattina, se ne aggiungono 467 a sera, per un totale di 776 nuovi infettati in un giorno.
Le persone ricoverate sono 573, di cui 62 in terapia intensiva. (Ieri 572 e 65).
All’Ospedale dell’Angelo di Mestre ci sono 70 ricoverati in reparti di medicina e 11 in terapia intensiva.
All’Ospedale Civile di Venezia ci sono 62 ricoverati in reparti di medicina e 6 in terapia intensiva.
Non migliora la situazione alzando lo sguardo

ad un livello regionale. Anzi.
Al bollettino Covid di ieri, domenica: in Veneto +3.419 nuovi casi e 88 morti in 24 ore.
Crescono dunque di un centinaio, rispetto a sabato, i positivi al Covid-19 in Veneto.
Il Bollettino regionale segnala un totale di 266.264, e 88 decessi, 6.763 dall’inizio della pandemia.
Scende il numero dei ricoverati nei reparti ospedalieri, con 2.688 pazienti nelle aree non critiche e scende anche l’occupazione delle terapie intensive, con 365 ammalati ma, come abbiamo imparato, il tasso di occupazione dei posti letto si abbassa – purtroppo – anche per i decessi.

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato

  1. Ha perfettamente ragione Roberto.
    Dove erano i famosi controlli, a Natale?
    Di sicuro non davanti a casa mia: ho visto sfilare 11, dico undici, persone schiamazzanti in uscita dalla festa di una vicina di casa, notoriamente menefreghista delle regole, oltre che cretina.
    Ma è proprio coi cretini che bisogna fare i conti, quindi con l’effetto delle feste e compagnia bella, appunto.

  2. Non è per niente anomalo. Anzi era previsto, sono i contagiati delle feste natalizie, infatti passati una decina di giorni da Natale, ovvero i canonici per i sintomi. nei prossimi giorni vedremo anche gli effetti del resto delle feste, capodanno e compagnia bella.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor