Coronavirus: nel veneziano +244, cento in più del ‘record’ precedente

ultima modifica: 23/10/2020 ore 18:29

1379

Associazione Vittime Covid: "Violato il principio di precauzione nelle scuole"

Coronavirus nel Veneziano che corre senza soluzione di continuità. 244 i nuovi casi che portano gli attualmente positivi a 2.153. Si tratta di un aumento di cento unità sul record precedente che aveva segnato 141 nuovi casi il 10 ottobre.
I pazienti ricoverati sono oggi 137. L’indice delle terapie intensive, quello che va tenuto maggiormente d’occhio in questa fase, segna 13 pazienti ricoverati con un aumento di +2 rispetto al giorno precedente.
Lento e costante anche l’aumento dei decessi che cresce di +2 da ieri per una cifra totale di 351 morti nel Veneziano dall’inizio della pandemia.


Sul fronte dei casi specifici è sotto grande attenzione l’ambiente delle Rsa. Come sotto grande attenzione è il nuovo focolaio all’Antica Scuola scoppiato – di nuovo – tre giorni fa. 13 gli anziani e due gli operatori positivi.
Due i casi che vi sarebbero anche al San Lorenzo di Venezia con tutti gli altri tamponi negativi.
Al Fatebenefratelli di Cannaregio

restano sospese le visite mentre è stato annunciato ai parenti che settimana prossima potranno essere ripristinate le telefonate e le videochiamate ai parenti. Nessun numero ufficiale dall’Istituto di riabilitazione e assistenziale per anziani del cluster che nei giorni scorsi era arrivato a 28 casi, 18 anziani e 10 dipendenti. Quello che è certo è che per il numero di giorni passati dall’inizio del focolaio si dovrebbero ormai registrare le prime negativizzazioni.


Un nuovo fronte si è aperto in una scuola di Caorle dove sono risultati positivi sette alunni e una maestra. Oggi previsti i tamponi per tutti gli altri.

Complicata anche la situazione nella scuola dell’infanzia Arcobaleno di Campalto dove sono risultate positive sette maestre: scuola chiusa e tamponi per tutti.

Altri tre dipendenti Veritas sono stati scoperti positivi dall’allargamento dello screening a tutti i lavoratori dell’azienda mentre è finita la quarantena per la piccola squadra di operatori delle ditte esterne dei servizi amministrativi dell’Angelo, impiegati anche al Cup, finiti in isolamento fiduciario dopo l’emergere di una positività.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here