18.9 C
Venezia
lunedì 27 Settembre 2021

Coronavirus, ancora morti in Veneto. I dati di questa sera nel veneziano [29 dicembre 2020]

HomeCovid in VenetoCoronavirus, ancora morti in Veneto. I dati di questa sera nel veneziano

Coronavirus, ancora 50 morti in Veneto nelle ultime ore. Aumentano i contagi nella nostra regione e non si vedono gli effetti positivi del semilockdown natalizio, per i quali si dovrà probabilmente attendere ancora qualche giorno. Anche oggi pomeriggio, martedì 29 dicembre 2020, si registrano nuovi casi di pazienti positivi al Sars-Cov-2 anche se c’è una leggera diminuzione nella crescita dei contagi rispetto al trend del giorno precedente.
Nelle ultime ore in Veneto si registrano altri 1.504 nuovi contagi, di cui 208 nella provincia di Venezia che arriva a contare, dall’inizio della pandemia, 37.793 persone contagiate. Dato, questo, emerso grazie ai tamponi. In tutto il Veneto altri 50 nuovi decessi a causa del coronavirus e il totale degli attualmente

positivi è di 89.863, al netto dei guariti e negativizzati.
IN VENETO
I pazienti covid oggi ricoverati negli ospedali veneti sono 71 più di ieri, 2.749 in totale nell’area non critica, mentre altri 395 pazienti si trovano in condizioni gravi e quindi in terapia intensiva. I negativizzati, guariti, in Veneto sono oggi 320, a cui si aggiungono altre 30 persone uscite dalla terapia intensiva. Nella nostra regione il totale degli attualmente positivi e guariti ammonta a 3.069 per i reparti non critici e 395 per le terapie intensive. Si contano altre 50 morti per covid.
POSITIVI E RICOVERI A VENEZIA
Nei due ospedali di Venezia sono attualmente ricoverati 141 pazienti per coronavirus in area non critica e altri 16 in terapia intensiva. Sono sosì suddivisi: 61 all’ospedale Civile nel centro storico veneziano

in area non critica, e altri 7 in gravi condizioni in terapia intensiva. All’ospedale dell’Angelo di Mestre si trovano ricoverati altri 80 pazienti per coronavirus, altri 9 in terapia intensiva. Altri 25 pazienti sono ricoverati al policlinico San Marco di Mestre e altri 70 a Villa Salus, tutti in area non critica. Un altro paziente covid è
ricoverato al Fatebenefratelli. Altri 5 al centro Nazareth a Mestre.
NEL VENEZIANO
A Dolo vi sono ricoverati 134 pazienti covid in area non critica e altri 19 gravi, in terapia intensiva. Altri 17 si trovano nell’ospedale di Mirano (più 5 in terapia intensiva), 1 paziente all’ospedale di Noale, 17 a Chioggia (più 4 in terapia intensiva), 78 pazienti a Jesolo (altri 13 gravi), 1 a San Donà in terapia intensiva. Altri 13 pazienti sono ricoverati alla casa di cura Rizzola.
Si contano inoltre altri 16 pazienti covid all’ospedale di comunità di Noale, 1 all’ospedale di comunità Relaxxi di Noale e atri 4 al centro servizi residenziali Stella Marina a Jesolo.
VACCINO IN ARRIVO
Il Veneto attende per stanotte o al massimo per domani, per il maltempo che ne ha frenato la consegna in tutta Italia, le 38 mila dosi di vaccini Pfizer contro il Covid, per attivare da domani la procedura di somministrazione regolare, dopo il ‘Vax Day’ di domenica scorsa. L’annuncio è stato fatto oggi dall’assessore regionale alla Salute, Manuela Lanzarin, che ha incontrato i giornalisti per il punto quotidiano sulla situazione del virus in Veneto assieme al neo dg della Sanità regionale Luciano Flor.
Si attendono dunque 38 mila vaccini a settimana, con richiami che partiranno dal 18 gennaio 2021. “Briciole”, ha definito Flor, quelle della quota spettante alla regione, pari a 180 mila vaccini, ma “che ci daranno la certezza di poter lavorare fino a fine gennaio”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor