Coronavirus, ecco le disposizioni per i mercati di Venezia: capienza massima, entrate e uscite

ultimo aggiornamento: 08/04/2020 ore 19:52

1467

Pescherie di Venezia, a Rialto nuovi tendaggi. Il lavoro a Sacaim
Coronavirus, ecco le ordinanze per il mercati di Venezia che ne dispongono l’organizzazione: entrate e uscite, capienza massima, sorveglianza.

All’interno dell’area mercatale di Rialto non possono esservi, contemporaneamente, più di 165 clienti, in quella di Marghera non più di 130. In quella del Lido possono esservi al massimo 215 clienti, mentre in quelle di San Leonardo a Venezia e San Francesco a Mestre 30.

La polizia locale di Venezia, di concerto con il direttore della Direzione comunale Servizi al cittadino e imprese ha emanato oggi le ordinanze che contengono alcune misure di sicurezza nell’ambito dell’emergenza epidemiologica Covid-19 per il mercati veneziani.


Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro è stato in sopralluogo al mercato di Rialto per verificarne la situazione dopo l’ordinanza regionale che ha disposto alcune restrizioni ma anche salutare e portare il sostegno dell’amministrazione ai commercianti.

“Il Comune di Venezia, assieme alla Polizia locale – ha detto Brugnaro – ha fatto uno sforzo straordinario per mantenere aperto il mercato di Rialto, oltre agli altri mercati all’aperto della città, dopo l’ordinanza del presidente della Regione, Luca Zaia. Mi sembra che stia funzionando tutto bene, oltre la polizia locale ringrazio la nostra Protezione Civile e i commercianti. Chiedo ai cittadini di avere un po’ di pazienza, si tratta di ordinanze sempre più restrittive che però servono a tutelare la salute di tutti. Quando saremo fuori da questo periodo di emergenza rientreremo piano piano alla normalità, nel frattempo riuscire a garantire l’apertura dei mercati vuol dire tenere viva la città”.

Sabato si erano viste lunghe code in calle per accedere all’area del mercato, ruga degli Spezieri era piena di gente e non sono mancate le proteste degli operatori.


L’ordinanza della Regione Veneto, firmata dal presidente Zaia lo scorso 3 aprile e recepita dal Comune di Venezia con apposita ordinanza firmata dal sindaco Brugnaro il 5 aprile, ha disposto l’obbligo di perimetrare i mercati all’aperto, di predisporre un unico accesso e un’uscita e di prevedere una sorveglianza che garantisca la distanza tra i clienti e gli addetti alla vendita.

Per venditori e clienti, infine, è stato disposto l’obbligo di utilizzare guanti e mascherine protettive. Per garantire la sicurezza e il corretto adempimento delle restrizioni predisposte dall’ordinanza regionale, è possibile accedere al mercato di Rialto attraverso il varco di Campo de le Beccherie e uscire da Campo Bella Vienna. Nessuna modifica all’orario di apertura (7-13 per il pesce e 7-20 per gli altri banchi), nell’area mercatale è consentita la presenza di 165 persone contemporaneamente, non si tiene conto dei minori di 14 anni. Il servizio di vigilanza, in capo alla Polizia locale, è garantito dalla presenza di sei operatori: due per il varco di entrata e altrettanti per l’uscita, altri due si occupano di prevenire e risolvere eventuali assembramenti.

Ecco le disposizioni per i mercati veneziani.

MERCATO DI RIALTO
In particolare, il provvedimento prevede che il mercato giornaliero e quello pentasettimanale del pesce vengano considerati come un unicum, compreso tra Campo de le Beccherie e Campo Bella Vienna, composto da 26 posteggi della frutta e 16 per il pesce.

L’unico varco di accesso è previsto da Campo de le Beccherie, l’uscita da Campo bella Vienna.
Il mercato sarà aperto con il consueto orario, dalle ore 7 alle 13 per il pesce, dalle 7 alle 20 per l’ortofrutta.

L’area mercatale, la cui capienza è calcolata in 165 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni, sarà delimitata con transenne, nastri bicolore e tendiflex.

Sei operatori svolgeranno servizio di vigilanza, due al varco d’ingresso, due al varco di uscita e due per prevenire e risolvere eventuali assembramenti.

L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso.

Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia.

All’area mercatale possono accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso.

Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO DEL LIDO
Il provvedimento prevede che il mercato si tenga come di consueto ogni martedì nella sola Riva di Corinto, tra l’intersezione con via Vitale Falier e via Paoluccio Anafesto. L’unico varco di accesso è previsto da via Antonio Lamberti, l’uscita da via Pietro Buratti.

Il mercato sarà aperto con il consueto orario, dalle ore 7 alle 13, e sarà composto solo di posteggi per generi alimentari, al massimo 25, collocati lato laguna e comunque, qualora ci sia la necessità di collocarli lato mare per necessità tecniche, non uno di fronte all’altro. I posteggi originariamente collocati fuori dalla nuova articolazione dell’area mercatale saranno ricollocati dalla Polizia locale.

L’area mercatale, la cui capienza è calcolata in 215 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni, sarà delimitata con transenne, nastri bicolore e tendiflex.

Sei operatori svolgeranno servizio di vigilanza, due al varco d’ingresso, due al varco di uscita e due per prevenire e risolvere eventuali assembramenti.

L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia.

All’area mercatale possono accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso.

Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO DI SAN LEONARDO
il provvedimento prevede che il mercato giornaliero si tenga nella consueta area, che sarà delimitata con transenne, nastri bicolore e tendiflex. L’accesso al mercato sarà possibile solo da Rio Terà San Leonardo, mentre il varco di uscita sarà verso l’ex chiesa di San Leonardo, oggi centro civico. Il mercato sarà aperto con il consueto orario, dalle ore 7 alle 20, e sarà composto solo di posteggi per generi alimentari, al massimo 2.

L’area mercatale avrà una capienza di 30 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni. Tre operatori svolgeranno servizio di vigilanza, uno al varco d’ingresso, uno al varco di uscita e uno per prevenire e risolvere eventuali assembramenti.

L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia.

All’area può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso. Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO IN PIAZZETTA SAN FRANCESCO A MESTRE
Il provvedimento prevede che l’area mercatale sia delimitata con transenne, nastri bicolore e tendiflex e che l’accesso al mercato avvenga solo da via Buccari, mentre il varco di uscita sarà verso via Felice Cavallotti.
Il mercato, che sarà aperto con il consueto orario, dalle ore 7 alle 20, sarà composto solo di posteggi per generi alimentari, al massimo 5.

La capienza dell’area mercatale è calcolata in 30 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni. Tre operatori, uno al varco d’ingresso, uno al varco di uscita e uno per prevenire e risolvere eventuali assembramenti, svolgeranno servizio di vigilanza.

Potranno accedere al mercato solo clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia. All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso. Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO IN FONDAMENTA DI CANNAREGIO
Il provvedimento prevede l’istituzione, dal lunedì al sabato tra le ore 9 e le 13, di un senso unico pedonale sulle fondamenta di Cannaregio nel tratto tra il ponte delle Guglie e l’intersezione con calle del Ghetto Vecchio al fine di consentire il mantenimento del distanziamento sociale tra i frequentatori degli esercizi commerciali della zona. Sarà inoltre creato un corridoio di scorrimento per i cittadini che non sono interessati a fare acquisti nei diversi esercizi.

L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso. Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO DI MARGHERA
Il provvedimento prevede che il mercato si tenga come di consueto ogni martedì nel solo Piazzale della Concordia, tra l’intersezione con via Francesco Avesani e piazza Mercato (lato binari del tram). L’unico varco di accesso è previsto da piazza Mercato (lato opposto ai binari del tram), l’uscita da piazza Mercato (lato binari del tram).

Il mercato sarà aperto con il consueto orario, dalle ore 7 alle 13, e sarà composto solo di posteggi per generi alimentari, al massimo 25, che saranno collocati in modo da non essere uno di fronte all’altro. I posteggi originariamente collocati fuori dalla nuova articolazione dell’area mercatale saranno ricollocati dalla Polizia locale.

L’area mercatale, la cui capienza è calcolata in 130 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni, sarà delimitata con transenne, nastri bicolore e tendiflex.

Sei operatori svolgeranno servizio di vigilanza, due al varco d’ingresso, due al varco di uscita e due per prevenire e risolvere eventuali assembramenti.

L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia.

All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso.

Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO COPERTO DI MARGHERA
In particolare, il provvedimento prevede che il mercato si tenga come di consueto nel fabbricato preposto e che sia composto di soli posteggi di generi alimentari, per un massimo di 10.
Vista la peculiare collocazione di alcuni posteggi, che pur essendo collocati all’interno del fabbricato, affacciano il fronte di vendita sulla piazza Mercato, l’area mercatale sarà delimitata con transenne, nastri bicolori e tendiflex.

L’unico varco di accesso sarà posizionato sul fronte del fabbricato, che si affaccia verso il Municipio, e l‘uscita sarà prevista sul lato opposto.
L’area mercatale, aperta con il consueto orario, dalle ore 7 alle 20, avrà una capienza massima di 62 persone presenti contemporaneamente, non contando i minori di 14 anni.

Tre operatori svolgeranno servizio di vigilanza, uno al varco d’ingresso, uno al varco di uscita e un altro per prevenire e risolvere eventuali assembramenti.
L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. Al varco d’ingresso tali dispositivi di protezione individuale saranno messi a disposizione dei clienti che ne sono sprovvisti a cura dei partecipanti al mercato, delle Associazioni di categoria e del Settore Protezione civile del Comune di Venezia.

All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.
In ciascun posteggio gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso.

Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO DI FAVARO VENETO
Il provvedimento prevede che il mercato si potrà tenere nel consueto orario, dalle 7 alle 13, ma con un’organizzazione logistica tale da poter contare su un unico ingresso in via Monviso e un’unica uscita in prossimità di via Cervino. Obiettivo consentire il mantenimento del distanziamento sociale tra i frequentatori degli esercizi commerciali della zona. L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio (al massimo dovranno essere diciotto, solo per la vendita di generi alimentari) gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso. Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

MERCATO DI RIO CIMETTO ALLA GAZZERA
Il provvedimento prevede che il mercato si potrà tenere nel consueto orario, dalle 7 alle 13, ma con un’organizzazione logistica tale da poter contare su un unico ingresso e un’unica uscita, differenziati, entrambi su via Rio Cimetto. Obiettivo consentire il mantenimento del distanziamento sociale tra i frequentatori degli esercizi commerciali della zona. L’accesso all’area mercatale è consentito solo ai clienti che indossino mascherine protettive e guanti monouso. All’area mercatale può accedere contemporaneamente solo un componente per famiglia, eventualmente accompagnato da un minore di 14 anni.

In ciascun posteggio (al massimo dovranno essere dieci, solo per la vendita di generi alimentari) gli operatori devono essere in numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro e devono indossare mascherine che coprano naso e bocca e guanti protettivi monouso. Prima dell’inizio delle vendite ogni operatore commerciale dovrà posizionare a terra la segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e tra loro e dovrà segnalare alla Polizia locale il formarsi di eventuali assembramenti.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here