domenica 23 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

Confesercenti e Confcommercio assieme per un ‘Natale di Luce’

HomenegoziConfesercenti e Confcommercio assieme per un 'Natale di Luce'

“Un Natale di tutti, per dare normalità alla città e rilanciare il commercio del centro storico”.

Un lavoro di squadra per offrire alla città il ritorno alla normalità, in occasione del Natale 2021 e del calendario di eventi promosso dal Comune di Venezia, “Natale di Luce 2021″, in terraferma e a Venezia centro storico.

A Mestre, in particolare, sono state collocate 28 casette tra piazza Ferretto, via Allegri e via Poerio, con installazioni luminose e il giardino di alberi natalizi, inaugurati oggi dal sindaco Luigi Brugnaro e aperti al pubblico da domani, 27 novembre fino al 6 gennaio, con orario continuato dalle 10 alle 20.

Alvise Canniello per Confesercenti Metropolitana Venezia Rovigo: “Che il mercatino di Natale torni a Mestre, in piazza Ferretto e nelle vie del centro, è sicuramente una buona notizia per la nostra città, non solo per il commercio, ma per il messaggio di fiducia, speranza e normalità di cui tutti abbiamo bisogno. L’anno scorso sappiamo bene com’è andata, con le chiusure e le restrizioni che hanno pesantemente condizionato tutto il periodo natalizio e anche il mese di gennaio, dando un duro colpo all’economia del sistema-città. Quest’anno ci auguriamo sia davvero un ritorno alla normalità, grazie agli effetti della campagna vaccinale, con le passeggiate in centro e gli acquisti nei negozi e nei mercatini. Un sentito ringraziamento va a tutti i soggetti che hanno lavorato sinergicamente per questa manifestazione dal Comune e Vela, a Confcommercio e alla Camera di Commercio”.

Massimo Gorghetto, presidente di Confcommercio Mestre: “Il Natale in centro a Mestre vuol essere un Natale di tutti e per tutti, soprattutto quest’anno, data la particolare situazione in cui ci troviamo. L’anno scorso di questi tempi ci preparavamo a un Natale in formato ridotto ed è proprio vero che, spesso, ci si accorge di quello che ci manca solo una volta che viene a mancare. Questo per dire che non c’è niente di scontato e che queste iniziative potevano anche non esserci. Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo al Comune, a Vela, alla Camera di commercio e a Confesercenti con i quali si è fatto squadra per offrire alla città una proposta di qualità, interessante da vedere e da vivere. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare, in sicurezza, con responsabilità e con rispetto per sostenere il rilancio del commercio di vicinato, il cuore pulsante della nostra economia”.

continua a leggere dopo la pubblicità

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott.ssa è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".