6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Chiese e parrocchie da dismettere: 9 pronte ad essere usate per scopi caritatevoli

HomeNotizie Venezia e MestreChiese e parrocchie da dismettere: 9 pronte ad essere usate per scopi caritatevoli
la notizia dopo la pubblicità

chiesa bragora venezia

Gli edifici religiosi a Venezia e nella diocesi “ sono troppi e troppo vuoti”, così aveva dichiarato alcuni giorni fa il patriarca Francesco Moraglia. L’obiettivo che si prefiggeva era quello di valutarne gli interventi da eseguire per poterli far diventare dei luoghi “utili” anche se non rispondenti ad esigenze pastorali.

Ad appoggiare la proposta del patriarca, il vicario episcopale per i servizi generali e gli affari economici, moderatore della Curia e direttore dell’Ufficio amministrativo, monsignor Dino Pistolato: “Attualmente sono nove le chiese di Venezia, non aperte al culto, immediatamente fruibili, che potrebbero essere utilizzate a scopi caritativi. Si è pensato di destinare questi storici edifici religiosi, che non sono parrocchie ma rettorie, quali centri di ascolto, mense, sede diocesana Caritas, luoghi di lettura o d’incontri, momenti di dibattito o mostre per aiutare i poveri o sensibilizzare le persone sulla tematica della povertà. Questo progetto potrebbe realizzarsi già prima di Natale. Da tempo ne stiamo parlando con il Comune di Venezia”.

Le chiese e parrocchie che si presterebbero a tali scopi sono: quella della Bragora, la parrocchia dell’Unità pastorale San Cassiano e San Silvestro, San Marcuola, San Moisè, San Luca, Santo Stefano e dei Tolentini.

Durante il convegno “Chiese tra culto e cultura” svoltosi nel Museo diocesano ed organizzato dall’Ufficio beni culturali e del Servizio per l’edilizia di culto della Cei (Conferenza episcopale italiana), in collaborazione con il Patriarcato e con il patrocinio del Pontificio Consiglio per la cultura, Moraglia ha sottolineato l’importanza di questi luoghi di culto, sia dal punto di vista pastorale e culturale che da quello caritativo.

L’ultimo in particolare è quello cui il pontefice invita tutti a coltivare di più: la povertà dev’essere cancellata e Moraglia nel suo piccolo ha condiviso la missione di Papa Francesco.

Alice Bianco

[26/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...