domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Borseggi a Venezia, fermata giovane bulgara. Riconosciuta per esser stata presa un paio di giorni fa

HomeSicurezzaBorseggi a Venezia, fermata giovane bulgara. Riconosciuta per esser stata presa un paio di giorni fa

Borseggi a Venezia, fermata giovane bulgara. Riconosciuta per esser stata presa un paio di giorni fa

Borseggi a Venezia, piaga senza fine, ma con le forze dell’ordine sempre all’erta. Sfortunatamente queste persone quasi sempre riescono ad essere subito libere tornando a Venezia a delinquere.

Una bulgara ventinovenne è stata arrestata ieri pomeriggio da una pattuglia in abiti civili del Nucleo operativo della Polizia locale, sul ponte di Rialto, dopo che aveva appena compiuto un borseggio ai danni di un’anziana turista croata, aprendole la borsa e sfilandole il portafoglio.

Gli agenti avevano deciso di seguire la giovane, dopo averla intercettata nella zona di san Giacometto, a San Polo, e averla riconosciuta, in quanto solo pochi giorni fa era stata colta in flagranza di borseggio a piazzale Roma. Se in quella circostanza il suo avanzato stato di gravidanza le aveva evitato le manette, questa volta, avendo reiterato il reato a poca distanza di tempo, è scattato per lei il provvedimento di arresto.

La bulgara, questa mattina è stata processata per direttissima e condannata a 1 anno di reclusione e 200 euro di multa, con sospensione della pena.

In ambito di ordine pubblico, sempre nel pomeriggio di ieri, una questuante romena di 19 anni, letteralmente distesa di traverso alla calle che porta da Campo Santo Stefano a Campo San Maurizio, è stata sanzionata con euro 350 e fatta oggetto di ordine di allontanamento: non potrà tornare per 48 ore in Centro storico.

La giovane era già stata sanzionata per due volte per mendicità turbativa della circolazione pedonale, prima dell’entrata in vigore del “daspo” urbano. E’ questo il quinto ordine di allontanamento impartito dalla Polizia locale dall’entrata in vigore del nuovo regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”