18.1 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Assenteisti all’Usl di Verona, Striscia la Notizia li ha scoperti, il P.M. li “perdona”

HomeNotizie VenetoAssenteisti all'Usl di Verona, Striscia la Notizia li ha scoperti, il P.M. li "perdona"

valerio staffelli striscia la notizia

All’epoca la notizia aveva fatto così tanto scalpore per le immagini indiscutibili che era stata ripresa da giornali e notiziari. Oggi però pare finire tutto.
Striscia la Notizia aveva scoperto e filmato presunti assenteisti nell’Usl 20: negli uffici di via Valverde vi era chi aveva l’abitudine di timbrare il cartellino in entrata e andarsene subito dopo per commissioni e attività private, per le spese in un supermercato ma anche per leggere il giornale in bar.
I fatti risalgono al 2012 e le immagini incontestabili di Canale 5 erano entrate in tutte le case degli italiani all’ora di cena.
Ora, dopo due anni e mezzo d’inchiesta, il pm incaricato delle indagini ha chiesto l’archiviazione per tutti e otto i dipendenti dell’Usl 20 di Verona perchè non è possibile arrivare ad un’accusa solo con quanto visto in televisione.
Gli otto impiegati, iscritti sul registro degli indagati con l’accusa di truffa aggravata ai danni della Usl, non vanno considerati né «furbetti» né «fannulloni», ma oggetto di un mero scoop giornalistico, che ha prodotto un’indagine «frammentaria» e non «continuativa».
In pratica, con le sole immagini non è possibile provare l’esatta sequenza temporale degli avvenimenti.

Redazione

[26/07/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.