27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Apertura 263° Anno Accademico Belle Arti di Venezia. Zaccariotto: “Percorso per i nostri ragazzi ricchi di talento”

HomeNotizie Venezia e MestreApertura 263° Anno Accademico Belle Arti di Venezia. Zaccariotto: "Percorso per i nostri ragazzi ricchi di talento"

zaccariotto accademia belle arti venezia

Aperto oggi il 263° anno accademico dell’Accademia di Belle arti di Venezia, nella sede dell’ex Ospedale degli Incurabili. La presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto ha partecipato, con il prefetto Domenico Cuttaia e il comandante provinciale dei Carabinieri di Venezia Massimo Masciulli, al cerimoniale della giornata.

La Presidente ha poi dichiarato: «E’ sempre bello assistere all’avvio di percorsi scolastici di alta specializzazione nel settore artistico, in un contesto come quello di Venezia che può offrire ai nostri ragazzi pieni di talento infinite opportunità di sperimentazione, nei settori del restauro e della conservazione, delle arti visive e della scenografia, anche grazie alla presenza di prestigiose realtà e fondazioni teatrali come la Fenice. La Provincia ospita sull’isola di San Servolo una “succursale” dell’Accademia, con corsi dedicati ai nuovi media, al design e all’elaborazione tecnologica dell’immagine. Corsi al passo con i tempi, in una cornice meravigliosa qual è San Servolo, per dare ai giovani gli strumenti tecnici e conoscitivi più adatti ad affrontare, anche in pratica, le sfide occupazionali del futuro».

Paolo Pradolin

[14/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.