mercoledì 19 Gennaio 2022
7.6 C
Venezia

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

HomeMestre e terrafermaAll'esame di guida con l'equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l’esame di scuola guida senza la fatica di imparare.
Dopo il nigeriano patentato che si è presentato all’esame al posto dell’amico della stessa nazionalità (chi vuoi che se ne accorga?) a Mestre scoperto ieri un altro “furbetto”.
Un esaminatore, infatti, sospettava che uno dei candidati alla prova d’esame teorico per il conseguimento della patente di guida, che si stava svolgendo in quel momento, potesse essere in collegamento con persone esterne.
Ai poliziotti della Volante ha riferito di credere che il sospettato avesse un oggetto di piccole dimensioni, probabilmente un auricolare, all’interno dell’orecchio sinistro.
Al termine della prova d’esame ed attesa l’uscita degli esaminandi dall’aula, gli agenti

hanno proceduto al controllo del candidato sospetto, un diciottenne di nazionalità marocchina, ed hanno scoperto che indossava effettivamente un micro auricolare bluetooth.
Dalla perquisizione personale che ne è conseguita è risultato che il ragazzo aveva addosso un vero è proprio equipaggiamento da spia.
Il candidato indossava infatti un maglione di colore blu con quattro bottoni sul davanti, l’ultimo dei quali era in realtà una minuscola videocamera collegata ad un apparecchio ricetrasmittente assicurato al torace del soggetto con del nastro isolante.
Sempre con il nastro isolante, era bloccato all’altezza della spalla del ragazzo un piccolo modem, utilizzato verosimilmente per la trasmissione audio; infine, nella tasca del giubbotto, è stato rinvenuto un modem wi-fi portatile necessario per la connessione internet e la comunicazione con l’esterno.
Il giovane, vistosi scoperto, ha ammesso le proprie responsabilità ed ha rivelato la presenza di due complici all’interno di un’autovettura

parcheggiata nei pressi della rotonda del Terraglio, che suggerendogli le risposte esatte gli avevano permesso di superare la prova d’esame.
Le Volanti hanno pertanto raggiunto il luogo indicato dal giovane ed hanno individuato l’automobile parcheggiata dietro un autocarro, con a bordo i due uomini.
Gli operatori di polizia hanno quindi proceduto con una perquisizione che ha permesso di rinvenire due telefoni cellulari, utilizzati per comunicare e suggerire le risposte al giovane all’interno dell’aula e 600 euro in 12 banconote da 50 euro nella tasca di uno dei due, probabile provento dell’attività illecita.
All’interno dell’auto vi era inoltre la scatola vuota del modem trovato in possesso all’esaminando ed un auricolare delle medesime caratteristiche

di quello da lui indossato nonché, nel bagagliaio, un maglione in lana di colore grigio mancante anche questo del bottone posto alla base del colletto, evidentemente luogo ideale per la collocazione della videocamera.
I tre soggetti, di tutti di nazionalità marocchina rispettivamente di 18, 22 e 23 anni, sono stati accompagnati in Questura e denunciati all’A.G. in stato di libertà per il reato di tentata truffa aggravata in concorso ai danni dello Stato.
Tutti gli oggetti tecnologici sopra descritti e la somma di danaro sono stati sottoposti a sequestro.
I due suggeritori sono stati inoltre sanzionati per avere violato il divieto di spostamento in assenza delle giustificazioni richiamate dalle vigenti normative in merito alle misure di contenimento della diffusione del COVID-19.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...