sabato 22 Gennaio 2022
1.9 C
Venezia

25 aprile: a Venezia si festeggiano Liberazione, San Marco o Venetisti?

HomePiazza San Marco25 aprile: a Venezia si festeggiano Liberazione, San Marco o Venetisti?

Albert Gardin denunciato
Si ricordano ancora i fischi rivolti da un gruppo di venetisti alla banda della Fenice che intonava le note di Giuseppe Verdi proprio nel giorno che celebrava la Liberazione in Piazza San Marco, durante quel pomeriggio autorizzato dal Sindaco Luigi Brugnaro, che tante polemiche ha provocato insieme ad una sana indignazione per la mancanza di rispetto che “quei” veneti doc hanno riservato alla celebrazione, alla storia e alla città.

A chiare lettere, il presidente della Municipalità veneziana Giovanni Andrea Martini, invita il Sindaco a prevenire un’altra esperienza così offensiva per la città e gli scrive: «Il 25 Aprile è una festa importante per la nostra città. È la festa della liberazione dal nazifascismo ed è la festa del nostro patrono San Marco. Ed è anche la festa degli innamorati, perché c’è la bella tradizione di regalare il bocolo alla persona amata. La preoccupazione – spiega – è che anche quest’anno si possa ripetere quanto accaduto lo scorso anno. La nostra bella città utilizzata da passerella per sedicenti venetisti o secessionisti». 

«La nostra piazza San Marco utilizzata per un’adunata, che mai era stata permessa e che lei ha consentito e a cui ha partecipato – conclude – non senza l’accompagnamento della gloriosa banda della Fenice che è stata oggetto di insulti e fischi mentre intonava le note di Giuseppe Verdi» conclude Martini.

Immediata e prevista la replica del delegato alla Tutela delle Tradizioni Giovanni Giusto che non coglie le osservazioni del presidente della Municipalità, che sono anche quelle dei residenti e conferma che la festa ci sarà anche quest’anno, perché i veneziani hanno diritto di festeggiare il loro patrono.

Nessuna esibizione o spinta secessionista dunque, secondo Giovanni Giusto, e se dal Veneto vogliono arrivare in Piazza e celebrare il patrono perché no, insiste. Certo, conclude, tutti devono (o dovrebbero? n.d.r) essere rispettosi e civili. E del resto quest’anno ci sarà un concerto di Antonio Vivaldi aggiunge – ad allietare il pomeriggio.

Non resta che sperare in una giornata della Liberazione che “liberi” la città da adunate scomposte, estranee allo spirito della Giornata del 25 Aprile, che nel suo intento celebra la libertà da ogni sopraffazione.

► 25 aprile, giornata di festa in Piazza San Marco. Anche per i Venetisti che arrivano ‘spontaneamente’

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Porto off-shore: tempi lunghi e incertezza sulla crocieristica

Le 11 proposte per il concorso di idee del porto Off-shore di Venezia arrivate all’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale sono state accolte con ottimismo. C’è chi ha letto in questa nutrita partecipazione un inaspettato interesse per Venezia ma in...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?