Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
6.8C
Venezia
martedì 02 Marzo 2021
HomeMestre e terraferma22 ottobre Election Day: referendum separazione Venezia Mestre assieme ad autonomia Veneto

22 ottobre Election Day: referendum separazione Venezia Mestre assieme ad autonomia Veneto

ponte della liberta venezia mestre nostra

“Election Day” il 22 ottobre 2017 con i referendum sull’autonomia del Veneto e il ripristino dei Comuni di Venezia e Mestre limitando i costi delle consultazioni senza danni erariali.

Il Gruppo Civico Mestre Venezia Due Grandi Città lancia l’appello alla Regione del Veneto che, il 14 febbraio, ha votato la meritevolezza al progetto di legge di iniziativa popolare per la suddivisione del Comune di Venezia nei due Comuni autonomi di Mestre e Venezia.

«Il Consiglio regionale dovrebbe aver già trasmesso la delibera di meritevolezza alla Giunta per l’indizione del referendum, da celebrare auspicabilmente lo stesso giorno di quello sulla specialità del Veneto il 22 ottobre. Due referendum complementari e fondamentali per il federalismo» spiegano i promotori del referendum del Gruppo Civico Mestre Venezia Due Grandi Città.

Sul referendum pende il ricorso al TAR presentato da Luigi Brugnaro nella doppia veste di sindaco del Comune di Venezia e della Città metropolitana di Venezia.

«Non vorremmo che si utilizzasse l’alibi di un ricorso pretestuoso per fare retromarcia. Gli elettori non lo accetterebbero, almeno quelli che hanno votato Lega che, da programma elettorale, aveva il referendum fra i punti chiave. Tra l’altro l’accorpamento dei due referendum, assolutamente complementari, genererebbe un risparmio di 990mila euro su un milione, che sarebbe il costo di farlo separatamente. Non si deve temere alcun danno erariale. Semmai il contrario. Il presidente del Veneto Luca Zaia deve solo indire il referendum su delega del Consiglio regionale in attuazione del giudizio di meritevolezza, senza alcuna valutazione di merito. Presidente che, peraltro, ha delega dal Consiglio per l’implementazione dei progetti di legge di iniziativa popolare proprio come il nostro».

Il referendum è il vero tema politico delle Città di Venezia e Mestre, come dimostrano le ultime vicende all’interno della Lega veneziana e la posizione dell’assessore al Commercio Francesca Da Villa che, non votando contro la delibera di ricorso del Comune al voto di meritevolezza della Regione del Veneto, è venuta meno alle direttive del suo partito.

«L’assessore avrebbe dovuto votare contro la delibera che autorizza il sindaco a ricorrere contro un progetto di legge di iniziativa popolare e che mina alle fondamenta i principi per cui la Lega si batte. La Lega rischia di perdere tutto il proprio consenso elettorale a Venezia, che è capoluogo della Regione e simbolo del Veneto. L’augurio è che venga fatta presto chiarezza e che si abbini il referendum veneziano con quello sulla specialità del Veneto, limitando i costi della consultazione alla sola stampa delle schede».
► Separazione Venezia – Mestre, comitato si rivolge a Mattarella

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.