20.8 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Zaia: “Niente ordinanze, mi fido dei cittadini”

HomeZaiaZaia: "Niente ordinanze, mi fido dei cittadini"

Zaia ha parlato oggi in conferenza stampa: “Trend in discesa, però con rischio sempre alto, ma non faccio ordinanze”.
“Il trend è confermato, sono 32 giorni di continuo calo, ma attenzione, è un attimo entrare in una zona diversa. Il rischio è sempre alto”.
Sono le parole del presidente del Veneto, Luca Zaia, nel primo giorno della regione in zona gialla dopo due settimane di ‘arancione’.
“Oggi cambia il sistema di gioco – ha affermato – e da oggi pesa di più l’individualità personale fino a ieri surrogata da misure. La preoccupazione è grande. Per cui sono convinto della necessità di un patto con i cittadini”.
“Diamoci una mano. Quello che accadrà in queste ore

in queste settimane ci darà la contabilità a fine febbraio. Per ora non ci sarà nessuna ordinanza, anche se avrei potuto presentarne una contro gli assembramenti. Voglio investire fino in fondo sui cittadini. L’unica ordinanza che presenterò sarà quella sulla scuola”.
Zaia ha ribadito l’importanza di evitare gli assembramenti, criticando quanto è accaduto in alcuni luoghi italiani: “Le grandi città – ha rilevato – non hanno dato un esempio edificante, per di più ieri si era ancora in zona arancione”.

(Rip.)
Zaia ha parlato oggi in conferenza stampa: “Trend in discesa, però con rischio sempre alto, ma non faccio ordinanze”.
“Il trend è confermato, sono 32 giorni di continuo calo, ma attenzione, è un attimo entrare in una zona diversa. Il rischio è sempre alto”.
Sono le parole del presidente del Veneto, Luca Zaia, nel primo giorno della regione in zona gialla dopo due settimane di ‘arancione’.
“Oggi cambia il sistema di gioco – ha affermato – e da oggi pesa di più l’individualità personale fino a ieri surrogata da misure. La preoccupazione è grande. Per cui sono convinto della necessità di un patto con i cittadini”.
“Diamoci una mano. Quello che accadrà in queste ore

in queste settimane ci darà la contabilità a fine febbraio. Per ora non ci sarà nessuna ordinanza, anche se avrei potuto presentarne una contro gli assembramenti. Voglio investire fino in fondo sui cittadini. L’unica ordinanza che presenterò sarà quella sulla scuola”.
Zaia ha ribadito l’importanza di evitare gli assembramenti, criticando quanto è accaduto in alcuni luoghi italiani: “Le grandi città – ha rilevato – non hanno dato un esempio edificante, per di più ieri si era ancora in zona arancione”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.