18.3 C
Venezia
sabato 18 Settembre 2021

Weekend di ‘liberi tutti’: movida, risse e interventi della polizia

HomeDall' ItaliaWeekend di 'liberi tutti': movida, risse e interventi della polizia

Da Roma a Napoli torna movida ragazzi: risse e feriti. A Campo de' Fiori protesta anti-coprifuoco. Piazze sgomberate.

Le maglie delle misure anti-covid si allentano e nelle piazze della movida del sabato sera tornano assembramenti, risse e anche iniziative apertamente di sfida al coprifuoco.
A Roma una quarantina di persone si sono date appuntamento ieri sera a piazza Campo de’ Fiori, con una bara finta e sotto lo slogan “Scoprifuoco”. Alla vista della polizia si sono allontanati. Circa dieci le persone identificate e sanzionate per violazione delle norme anti-Covid.
Vicino, in Piazza Santa Caterina della Rota, la polizia è intervenuta poco prima delle 23 per un gruppo di ragazzini assembrati che facevano chiasso. All’arrivo degli agenti sono scappati e qualcuno ha lanciato delle bottiglie senza ferire nessuno.
Nel quartiere di San Lorenzo, altra zona calda della movida romana, c’è stata una rissa tra giovani in largo degli Osci. Ad avere la peggio una ragazza di 15 anni e un 18enne. La ragazzina è stata trasportata dal 118 in ospedale per ferite al braccio e l’altro per ferite allo zigomo.
Ad intervenire sono stati i vigli urbani impegnati nei servizi anti-assembramenti e i carabinieri della Compagnia Piazza Dante.
A pochi passi da piazza Santa Maria in Trastevere, invece, un inglese di 24 anni è stato arrestato dalla polizia locale dopo aver colpito con una bottiglia un coetaneo. Il giovane è stato trasportato all’ospedale Santo Spirito per una ferita alla testa.
A Trastevere e San Lorenzo si sono verificati episodi di aggressione tra ragazzi.

“Voglio sottolineare che questi comportamenti violenti sono intollerabili”, ha tuonato la sindaca di Roma Virginia Raggi.
E’ stata una serata movimentata che ha comportato anche chiusure momentanee in alcune piazze in zona San Lorenzo e piazza Bologna per la formazione di assembramenti.
Alla fine sono stati oltre 50 gli illeciti contestati e tre i provvedimenti di chiusura di minimarket per vendita di alcolici oltre l’orario consentito, anche a minori.

Situazione simile, ma con conseguenze più gravi, ieri sera a Napoli dove tre giovani, due dei quali di 15 e 16 anni, sono stati feriti in una lite cominciata per futili motivi sul lungomare, in Via Partenope, una delle aree della movida. I tre avrebbero avuto una discussione con un giovane in compagnia di una ragazza; il diverbio è degenerato e nel corso della lite i tre sono stati colpiti con un coltello.
Il 15enne è stato ferito allo sterno: è stato sottoposto a intervento chirurgico (non è in pericolo di vita).
Il 16enne è stato colpito alla coscia destra, all’avambraccio destro, allo sterno e alla schiena, portato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.
Infine il maggiorenne, 18 anni, ha riportato ferite superficiali.

Per queste aggressioni la polizia ha fermato un minore. E allo scattare del coprifuoco i carabinieri hanno sgomberato alcune piazze nel centro antico di Napoli: 93 le persone, la maggior parte giovanissime, sanzionate per l’inosservanza delle norme anti-covid. Anche a Orta Nova nel Foggiano una discussione in piazza è sfociata la scorsa notte in rissa tra otto ragazzini. Sei sono rimasti feriti, da chiarire se con coltellate o da cocci di bottiglia. Ma nessuno è in gravi condizioni. Una zuffa tra due gruppi rivali.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor