Venezia, sputò contro poliziotti: “Foglio di Via” per attivista del Morion

ultimo aggiornamento: 15/08/2020 ore 07:04

1086

VITTORIA FSP POLIZIA DEL VENETO. CHIUSI GLI UFFICI IMMIGRAZIONE! MA NON E' ABBASTANZA.

Venezia: emessi sei provvedimenti di prevenzione personale per fatti connessi al corteo di ‘attivisti’ del 28 luglio alla Giudecca.

Le sanzioni, firmate dal Questore di Venezia, consistono in sei provvedimenti di prevenzione ai sensi del d.lgs. 159 del 2011 emessi in capo ad altrettanti partecipanti alla manifestazione svoltasi alla Giudecca lo scorso 28 luglio, in solidarietà a un attivista del Laboratorio Occupato Morion.


I manifestanti, nonostante avessero dato il preavviso per un presidio statico, hanno effettuato un corteo, vietato dalla normativa vigente per le misure di prevenzione anti–covid, che ha sfilato per raggiungere la stazione dei Carabinieri della Giudecca.

Una volta giunti nelle vicinanze hanno trovato lo sbarramento della Polizia e, nel tentativo di passare ugualmente, hanno aggredito gli operatori con pugni, calci, spinte e cinghiate con fibbia di cintura.

Per tal motivo a 5 residenti nel comune di Venezia, di età compresa tra i 24 e 45 anni e con precedenti specifici in relazione a reati contro l’ordine pubblico, è stato irrogato l’avviso orale del Questore, provvedimento a carattere preventivo con il quale il destinatario viene avvisato di mantenere, per il futuro, una condotta rigorosamente conforme alla legge.


Un ragazzo di 25 anni residente a Padova invece, con precedenti penali, che nell’occasione aveva tirato giù la mascherina e sputato addosso agli operatori di polizia, è stato destinatario del foglio di via dal Comune di Venezia, con contestuale divieto di ritorno per 3 anni.

Qualora dovesse fare rientro nel territorio del Comune di Venezia durante la vigenza del provvedimento, incorrerà in nuova sanzione penale.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here