Rialto, donna in acqua in Canal Grande rischia di finire sotto l’elica del vaporetto Actv

ultimo aggiornamento: 06/06/2020 ore 19:23

10650

donna cade in acqua tentato suicidio canal grande rialto
Venezia, donna finisce in acqua in Canal Grande e viene salvata dai pompieri.

E’ stata salvata per un pelo la donna di circa trent’anni che ieri notte è stata recuperata dai vigili del fuoco poco prima del ponte di Rialto, nelle acque del Canal Grande.

Sono circa le 2 del mattino quando il vaporetto notturno di Actv si stacca dal pontile di Rialto per dirigersi a Piazzale Roma. Una corsa notturna come tante altre, Venezia a quell’ora è avvolta dal silenzio e a bordo del mezzo pubblico ci sono pochi passeggeri.

Tutto accade molto velocemente: il battello lascia l’imbarcadero di Rialto ma dopo un paio di metri si ferma perché la donna viene notata in acqua, tra le urla dei passeggeri: “c’è una donna in acqua!”. Pare che la trentenne fino a poco prima si trovasse proprio a bordo del mezzo Actv.

Sono momenti di tensione: la donna subito viene avvistata in acqua a prua del battello ma, poco dopo, viene trasportata dalla corrente e finisce a poppa, rischiando di finire sotto le eliche del vaporetto.

E’ buio e non si riesce a vedere bene, il comandante del vaporetto interviene prontamente alla scena e nel modo migliore: ferma i motori del mezzo per evitare che la donna venga risucchiata nell’elica. Il personale di bordo cala la scaletta per permettere alla trentenne di aggrapparsi, ma la donna non risale.

Fortunatamente in quel momento arriva anche un barchino privato e il pilota si ferma per tentare di assistere la naufraga.

Sul posto vengono chiamati i vigili del fuoco e le volanti della polizia che arrivano a Rialto in pochi minuti, viene allertato anche il personale del nucleo sommozzatori di cui fortunatamente non c’è stato bisogno.

I pompieri accorrono con un’autopompa lagunare e insieme al personale del Suem riescono a recuperare la donna, salvata e affidata al personale sanitario per essere trasportata al vicino ospedale Civile di Venezia. Nel frattempo, sul battello notturno i testimoni che hanno assistito alla scena vengono sentiti dalle forze dell’ordine.

Le cause dell’incidente sono al vaglio, l’ipotesi è che si tratti di un tentativo di suicidio.

Il vaporetto rimane bloccato per circa un’ora in Canal Grande e riesce a riprendere la sua corsa verso Piazzale Roma verso le 3, quando terminano le operazioni dei soccorsi e quelle delle forze dell’ordine che raccolgono le testimonianze dei presenti.

G.P.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here