Venezia: donna stramazza a terra a Piazzale Roma, non era coronavirus

Redazione, 24 marzo 2020, ore 18.34

ultimo aggiornamento: 25/03/2020 ore 09:59

3558

Venezia: donna stramazza a terra a Piazzale Roma, non era coronavirus

E’ accaduto ieri, lunedì, a Venezia, attorno alle 15 a Piazzale Roma. Improvvisamente, in uno scenario che ormai tutti conosciamo di scarse presenze con le mascherine, una donna che si apprestava ad attraversare le piattaforme è stramazzata al suolo.

Sul posto arrivano subito i carabinieri e i vigili, già in strada per i consueti controlli, poi, in pochissimi minuti è arrivata l’aumbulanza dell’Ospedale di Mestre.

La signora è stata subito soccorsa mentre da lontano qualcuno osservava la scena con la consueta preoccupazione che accompagna i fatti di questi giorni.
(categoria “virus cinese”)

I timori per un caso di ‘coronavirus fulminante’ si è diffuso così in pochi attimi in una Piazzale Roma quasi deserta, tra quei pochi lavoratori che arrivano alla porta automobilistica di Venezia e quelli che si approcciavano a lasciare il centro storico per tornare nelle loro case.

Timori infondati, come si è compreso successivamente, nonostante le condizioni della signora rivelassero uno stato di semi-incoscienza e di poca lucidità.

Nessuno dei presenti ha potuto ricostruire con attenzione la scena. I pochi passanti avevano solo sentito il rumore di un grande tonfo. Il rumore era quello della caduta della povera donna che ha attirato l’attenzione dei presenti che camminavano rapidamente assorti e concentrati.

Purtroppo la signora è caduta, a quanto pare, inciampando sul selciato a causa della mascherina che indossava che le ha oscurato parzialmente la visuale. La caduta è stata poi rovinosa in quanto la vittima ha riportato una ferita e un trauma alla testa. E questo motivo spiegava anche il suo parziale stato confusionale.

Niente coronavirus, quindi, niente attacco ‘fulminante’ che colpisce le persone per strada, come raccontavano anche le prime fake news che arrivavano sul virus all’inizio dell’emergenza cinese.

Danni collaterali del virus, si potrebbe invece dire, provocati dalla situazione difficile con cui ognuno di noi deve convivere in questi giorni. La mascherina, a quanto pare, non era correttamente aderente alla parte del volto da coprire e si è spostata andando a limitare la visuale. Un piccolo gradino non visto davanti e l’incidente ha colpito con una caduta che i presenti hanno definito “tremenda”.

La donna è stata presa in carico dai soccorritori. E’ stata spostata solo dopo gli accertamenti di rito. Poi, messa su una barella, è stata posta a bordo dell’ambulanza con destinazione ospedale.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here