6.1 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Venezia, la Città Metropolitana approva il bilancio e nuovi stanziamenti per opere pubbliche

HomeCittà MetropolitanaVenezia, la Città Metropolitana approva il bilancio e nuovi stanziamenti per opere pubbliche
la notizia dopo la pubblicità

Consiglio Provinciale per il "M'Illumino di Meno": pronti, via... tutti a casa
Venezia, la Città Metropolitana approva il bilancio consolidato e una variazione che consente di stanziare 18 milioni di euro per le opere pubbliche.
Un bilancio solido nonostante la crisi e nuove risorse per affrontare l’emergenza covid. Inoltre, surroga di tre consiglieri metropolitani. Ecco i temi principali discussi questa mattina da parte del Consiglio metropolitano riunito in video conferenza.
La seduta, presieduta dal sindaco Luigi Brugnaro, si è aperta con la surroga dei consiglieri metropolitani Massimo Sensini, Marta Locatelli e Saverio Centenaro e la convalida dell’elezione dei consiglieri subentranti Lucia Calgaro, Costante Marigonda e Christofer De Zotti. Il Consiglio metropolitano ha preso, quindi, atto dell’impossibilità di surroga del consigliere metropolitano uscente Nicola Pellicani.

Il Consiglio metropolitano ha anche approvato all’unanimità la variazione di bilancio che consente di stanziare risorse per circa 18 milioni di euro, rendendo tra l’altro possibile il finanziamento quasi integrale dell’elenco annuale opere pubbliche 2020 e pluriennale 2021 nell’ambito del Settore Edilizia scolastica, attraverso utilizzo di risorse proprie.
Rispetto al primo semestre in cui le entrate tributarie della Città metropolitana legate al mercato dell’auto avevano registrato una grave flessione, c’è stata un’inversione di tendenza con recupero in parte del minor gettito soprattutto dell’ IPT (Imposta Provinciale di Trascrizone (versata sui passaggi di proprietà dei veicoli nuovi ed usati) e dei premi pagati su rc auto per i quali l’ente provinciale è destinatario di una percentuale pari al 16% del premio, che consente di raggiungere strutturalmente l’equilibrio finanziario già a novembre senza ricorrere all’utilizzo dell’avanzo di amministrazione disponibile.

Mentre a giugno e settembre erano stati finanziati importanti interventi mediante avanzo di amministrazione destinati ad edifici scolastici (circa 5 mln) di euro e compartecipazione ad acquisto di imbarcazioni ibride/elettriche per 1,5 mln di euro ed interventi per 1,980 mln di euro, in parte già previsti nell’elenco annuale opere pubbliche e destinati alla viabilità, oltre ad interventi per interventi sull’isola di San Servolo per oltre 600 mila euro, con la manovra di oggi vengono stanziati rilevanti risorse per ulteriori 17,4 mln di euro provenienti dallo Stato e Regione Veneto. Fondi che verranno utilizzati, ad esempio, per il completamento del percorso ciclopedonale Ca’ Sabbioni – Portegrandi (1,783 mln), per l’efficientamento energetico e manutenzioni straordinarie degli immobili (9,971 mln), spese straordinarie per edifici scolastici da sistemare per emergenza Covid (290mila euro), trasporto pubblico locale (4,2 mln), spese varie edilizia scolastica e viabilità (1.19mln).

Il Consiglio metropolitano ha, poi, approvato il Bilancio Consolidato della Città metropolitana che ha chiuso l’esercizio 2019 con un risultato estremamente positivo pari ad 9,7mln (rispetto a + 4,3mln del 2018). In particolare è migliorato il risultato di gestione del gruppo da 4,2 mln del 2018 a + 11,2 mln del 2019, derivante dall’incremento dei proventi della gestione (entrate tributarie e trasferimenti correnti) che compensa ampiamente l’incremento dei costi di gestione. Si mantengono bassi gli oneri finanziari per azzeramento del debito della Città metropolitana di Venezia nonostante incremento investimenti mediante leasing effettuati da ACTV.

“Grazie alla manovra finanziaria di oggi viene certificata ancora una volta la solidità del bilancio finanziario dell’ente nonostante la grave crisi delle entrate tributarie sorta a causa dell’emergenza epidemiologica e al conseguente lockdown – ha detto il Sindaco Brugnaro – Stiamo amministrando con grande apertura e disponibilità l’ente. Andare avanti uniti è molto importante. E per questo ringrazio i 43 sindaci dei comuni metropolitani, i dirigenti dell’ente metropolitani e tutti i funzionari che ognuno per la sua parte contribuiscono a questo risultato. Se si riuscisse anche a fare un lavoro politico per arrivare ad ottenere qualche risorsa in più da parte di Roma per esempio per il nostro Trasporto Pubblico Locale sarebbe un risultato ottimo per il bene di tutti i cittadini metropolitani, non solo quelli veneziani che utilizzano il trasporto pubblico acqueo”.

Inoltre tutte le società appartenenti al gruppo hanno fatto registrare dei risultati positivi e, nel caso di Venis Spa e San Servolo, in sensibile miglioramento.
“La Città metropolitana è tra i pochissimi enti in Italia che ha azzerato il proprio debito – spiegano dall’ente – la San Servolo Srl, controllata integralmente dalla Città metropolitana, non ha contratto ad oggi alcun debito e quindi si autofinanzia così come ATVO che registra, al 31/12/2019 un debito residuo verso banche (relativo all’acquisto dell’autostazione di Jesolo) pari a zero”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...