martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Venezia, c’è la “mappa” dei contagi per combattere il coronavirus. Mostra i casi positivi e i focolai, ricoveri, deceduti e guariti

HomeCoronavirusVenezia, c'è la "mappa" dei contagi per combattere il coronavirus. Mostra i casi positivi e i focolai, ricoveri, deceduti e guariti

mappa contagi coronavirus Ulss
Venezia, c’è la “mappa” dei contagi per la lotta alla coronavirus. Uno strumento di analisi georeferenziata realizzato dall’Ulss che permette di vedere la distribuzione dei casi positivi, ricoveri, pazienti in terapia intensiva, deceduti e guariti.

Per orientare le attività di analisi epidemiologica finalizzate all’individuazione di possibili cluster, e agevolare gli interventi del servizio di igiene pubblica chiamato ad interagire quotidianamente con i soggetti posti in isolamento domiciliare, l’Ulss 3 Serenissima ha infatti sviluppato uno strumento di analisi georeferenziata dei dati relativi ai soggetti risultati positivi al test per Covid-19 e dei loro contatti stretti cui è prescritta la misura contumaciale della quarantena.

Le informazioni sono dunque rappresentate su mappe geografiche del territorio veneziano, con la possibilità di approfondire l’analisi fino ad un livello di dettaglio equivalente a quello dell stradario.

Uno strumento di analisi e visualizzazione che verrà impiegato sia per la rappresentazione dei valori assoluti, nelle loro serie storiche, sia dei tassi di prevalenza per 10.000 residenti, con la possibilità di esplorare il grado di distribuzione territoriale dei contagi con analisi comparative consistenti.

Il sistema inoltre visualizza mediante grafici a linee e a barre le serie storiche dei casi, con distinzione del numero dei casi positivi, dei ricoverati, dei pazienti posti in terapia intensiva, dei deceduti e dei guariti.

La base-dati viene arricchita anche dalle informazioni sul numero dei tamponi svolti, per cui è consultabile la serie storica in termini di data di effettuazione e refertazione.

(Nelle immagini alcune schermate del sistema. Per motivi di privacy le immagini sulla “mappa” sono simulazioni realizzate in fase di prova del sistema)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...