sabato 22 Gennaio 2022
1.9 C
Venezia

Venezia, barca in fuga: inseguimento con polizia speronata

HomebarcheVenezia, barca in fuga: inseguimento con polizia speronata

Venezia, barca in fuga: inseguimento con polizia speronata

Venezia, scappa con la barca rubata in centro storico e parte un pericoloso inseguimento tra i canali lagunari.

Continua l’attività della Questura di Venezia di contrasto al fenomeno dei furti di barche o parti di esse.

La Squadra Volanti, dopo un inseguimento tra i canali che ha visto coinvolte tre imbarcazioni della polizia, ha arrestato un giovane italiano con le accuse tentato naufragio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, pericolo per la navigazione, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e ricettazione.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio: durante un servizio di controllo e perlustrazione dei canali, nella zona del Porto Commerciale di Marghera, la Volante lagunare della Polizia di Stato sta per controllare un natante da diporto con a bordo un uomo ed una donna.

Il conducente, alla vista dell’equipaggio, ha dapprima rallentato, facendo intendere di voler fermarsi all’ “Alt” imposto dalla Polizia, ma ha poi accelerato bruscamente fuggendo nel vicino canale.

Immediatamente è scattato l’allarme: vengono allertate, tramite la sala operativa della Questura di Venezia, tutte le pattuglie in zona mentre la volante sul posto si lancia all’inseguimento.

Ne segue un lungo tallonamento dove i fuggitivi, pur di sottrarsi alla cattura, si lanciano in manovre pericolose, navigando a fortissima velocità in tratti acquei in secca e incrociando più volte la rotta degli inseguitori.

In particolare, in una di tali evoluzioni, speronano la prua di una Volante lagunare che era riuscita a raggiungerli e intimava loro di fermarsi.

L’inseguimento termina vicino all’isola di San Giorgio in Alga, dove i fuggitivi vengono circondati da tre imbarcazioni della Polizia e infine bloccati. I due, condotti a bordo delle volanti, vengono trasportati in Questura per gli accertamenti del caso.

Dalla perquisizione il pilota dell’imbarcazione, un ragazzo italiano di 25 anni, viene trovato in possesso di un coltello a serramanico, mentre il natante è risultato rubato nella stessa giornata di ieri in uno dei canali del centro storico.

All’esito degli accertamenti il 25enne viene arrestato per una lunga serie di reati: tentato naufragio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, pericolo per la navigazione, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e ricettazione. Inoltre viene multato per diverse violazioni del codice della navigazione.

Stamattina si è tenuta l’udienza per direttissima, con la quale è stato convalidato l’arresto del giovane ed è stata disposta dal giudice la misura della custodia cautelare in carcere fino al processo, che si svolgerà a luglio.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...