8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

I venditori abusivi si sono spostati in Strada Nuova e crescono i problemi

HomeNotizie Venezia e MestreI venditori abusivi si sono spostati in Strada Nuova e crescono i problemi
la notizia dopo la pubblicità

venditori-abusivi-aggressivi-a-venezia-ns
I venditori abusivi si sono spostati in massa in Strada Nuova e crescono i problemi stando alle proteste di negozianti e passanti, “battuti” con troppa “decisione” dagli ambulanti.

Certo non deve essere facile la vita di chi, in quanto ambulante sprovvisto di autorizzazione , scappa dalle proteste, dalle minacce dei commercianti veneziani, che non li vogliono davanti alla loro bottega, dalla polizia che li insegue e loro cercano rifugio in gran corsa fra campi e campielli, investendo spesso la gente per strada, tanta è la fretta di ripararsi, di difendere quella merce, che una volta sequestrata riduce a zero le prospettive minime di vita.

Eppure hanno ragione tutti, i negozianti e gli ambulanti (autorizzati) che si sentono minacciati dalla concorrenza (sleale) di chi vende in promiscuità, magari stendendo lenzuola per terra e appoggiando appena la loro merce, proprio davanti alla porta o alla vetrina dei negozi. Basta un cenno, un fischio che annuncia l’arrivo dei vigili prontamente chiamati dai veneziani d’hoc, e la tovaglia diventa un fagotto annodato in fretta e furia, a riparare “la roba”.

Ha ragione la gente che cammina e che non ce la fa a passare la ressa, che invade tutta la zona che partendo dalla Stazione Ferroviaria si snoda verso san Leonardo e la Strada Nova, ha ragione chi si arrabbia perché a causa della folla perde il treno.

Ha ragione chi è stato minacciato da qualche ambulante straniero esasperato dal bisogno di sussistenza, ha ragione chi richiama a comportamenti più educati e civili. Ha ragione chi se la prende con il Comune che non riesce ad organizzare le compatibilità commerciali presenti in città, ha ragione chi vuole legalità e legittimità e la pretende. Ha ragione chi cerca si sopravvivere in una città a livelli turistici inusitati, dove tutti o quasi ci guadagnano.

E passando ai torti si richiama la politica del nostro Comune che ha disatteso le aspettative delle categorie che dentro e fuori del commercio si muovono. Sì, manca sì una regolamentazione “complessiva” e in molti si chiedono dove sia andato a finire quel progetto di assegnare campi e spazi agli ambulanti, perlopiù senegalesi, che avrebbero accettato volentieri di vendere i loro prodotti insieme ad altri, anche veneziani, in virtù di formazioni lavorative eterogenee, ma condivise, al fine di evitare luoghi discriminanti e appartati.

Ha torto quella politica che non indica una filosofia di convivenza possibile e che nelle sue conseguenze più gravi arriva a determinare problemi che più della politica finiscono con l’ interessare una assurda ed evitabile guerra civile e problemi di ordine pubblico.

Andreina Corso

24/11/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Salve parlo come operatore ho un banco con sede fissa autorizzato dal comune e purtropp vedo un accanimento verso i banchetti di Venezia da parte di alcuni mentre l’amministrazione non fa’ nulla nei confronti dell’illegalità anzi la favorisce a danno di quei pochi italiani superstiti

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...