Vende mascherine con la frutta: multa da 5mila euro. Gente a spasso in campo San Polo e campo Manin

ultimo aggiornamento: 24/03/2020 ore 19:31

2610

Venezia, controlli per la strada: in 4 ubriachi a Cannaregio (due mestrini)
Vende mascherine abusivamente ai clienti e si becca una multa da capogiro. Anche perchè in quel negozio di ortofrutta, fino a ieri, “senza mascherina non si può entra”, e quindi i clienti erano costretti ad averne già una oppure ad acquistarla da lui se volevano comprare frutta e verdura.

Continuano i servizi svolti da parte dell’Arma dei carabinieri, disposti dal Prefetto, per informare, supportare la popolazione e per verificare il rispetto del DPCM per il contenimento del contagio da COVID 19 e delle normative rilasciate dalle varie autorità nell’arco delle ultime settimane.

La quasi totalità dei cittadini sta rispettando la normativa predisposta per evitare il contagio. Numerose permangono le chiamate al 112 NUE per chiedere chiarimenti sull’interpretazione delle norme, soprattutto sulle motivazioni per cui si può uscire di casa, o per richiedere il nostro intervento in caso di necessità.

Dai controlli però emerge ancora qualche situazione di violazione delle norma, nonostante l’atteggiamento di comprensione le pattuglie nell’affrontare i singoli controlli.

A VENEZIA
Nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Venezia, in particolare in campo Manin e in campo San Polo, i carabinieri hanno denunciato dei cittadini in quanto lontani dalle loro abitazioni, i quali vengono trovati a spasso senza giustificato motivo. Altri due sono stati denunciati anche dal Nucleo Natanti in quanto lontani dalle loro abitazioni.

A MESTRE
Nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Mestre, in particolare a Marghera, Martellago, Mestre, Mira, Mirano, Noale, Scorzè e Spinea, in tutta la loro giurisdizione, i carabinieri hanno continuato a denunciare numerosi cittadini che perseverano ad andare in giro senza giustificato motivo.

A DOLO
I carabinieri della Tenenza di Dolo hanno effettuavano un controllo in un negozio di ortofrutta nella zona della Riviera del Brenta.

Dalle verifiche è emerso che il titolare, pur essendo autorizzato esclusivamente ad esercitare la vendita al dettaglio di generi alimentari, avesse inibito l’accesso ai clienti sprovvisti di mascherina, approfittando di proporne l’acquisto al prezzo di 2 euro l’una.

All’esito degli accertamenti è stata notificata al trasgressore una sanzione amministrativa di oltre € 5.000 per aver posto in vendita prodotti non alimentari.

Inoltre, gli sono state sequestrate 34 mascherine chirurgiche e la somma di 16 euro, provento dell’illecita attività.

A SAN DONA’ E PORTOGRUARO
Nel territorio di competenza della Compagnia carabinieri di San Donà e di Portogruaro in tutta la giurisdizione, i carabinieri hanno denunciato ancora dei cittadini, trovati fuori casa senza giustificato motivo.

Tuttavia non c’è stato l’afflusso verso il litorale e le spiagge che invece c’era stato invece nel weekend precedente.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here